Archivi categoria: Insetti delle derrate

Servizi di monitoraggio degli insetti delle derrate, sia striscianti che volanti con trappole a feromoni.

Ridurre il Rischio di Contaminazione da Insetti Alati

Tra i casi che più di frequente si verificano nell’industria alimentare è senza dubbio la contaminazione da insetti alati.

Gli insetti alati sono quegli che maggiormente si rendono responsabili di questi episodi, con conseguenze molto serie sia per quanto riguarda la salubrità dell’alimento sia per quanto riguarda i danni di immagine per l’Industria Alimentare.

La loro natura permette una elevata mobilità fuori e dentro l’Azienda ed occorre quindi adottare una moltitudine di accorgimenti al fine di limitare ed impedire l’accesso e la mobilità di questi insetti dentro le strutture.

A titolo di esempio riportiamo la presenza di contromisure fisiche come le zanzariere, porte e finestre che chiudano efficacemente,la presenza di aree di compensazione e filtraggio tra area esterna ed interna ecc.

Per le aree interne vi devono essere un flusso di processo coerente e aree delimitate e separate con portoni scorrevoli a chiusura automatica, mentre nelle aree produttive ove possibile e laddove la tipologia produttiva lo richieda una efficace azione preventiva è svolta dagli ambienti climatizzati che sono un ottimo (per noi) e inadatto (per gli insetti) microclima che impedisce la loro sopravvivenza e sviluppo.

Spunti per il progetto di un impianto di monitoraggio degli insetti alati

L’approccio al sistema di monitoraggio degli insetti volanti inizia considerando i punti di ingresso ed il percorso degli insetti. Non tutte le aree aziendali presentano lo stesso Indice di Rischio di intrusione e contaminazione per cui deve essere individuato un criterio che attivi le difese nei punti di accesso (aree di carico/scarico dove le porte e portoni sono spesso aperti per lunghi periodi) e al contempo assicuri assenza di potenziale contaminazione nelle aree produttive e del confezionamento dove la presenza di insetti volanti specialmente le mosche potrebbero avere un effetto disastroso per la contaminazione diretta e indiretta di alimenti e bevande.

Possiamo dividere uno stabilimento in 3 zone classificate per il diverso indice di Rischio da intrusione e contaminazione (Ingrandisci l’immagine)

tre_linee

1° Linea

Aree di accesso ingressi a magazzini di carico e scarico: alto rischio di intrusione degli insetti volanti.

Rappresenta la prima Linea di filtraggio degli insetti volantied è qui che occorre massimizzare le catture onde evitare la penetrazione nelle aree piu’ sensibili.

 2° Linea

Aree intermedie: la seconda linea di difesa compresa tra le aree di accesso e le aree critiche.

E’ la seconda Linea di difesa che ha un grado medio di Rischio di intrusione e contaminazione.

Si deve perfezionare  in queste aree le catture degli insetti che abbiano oltrepassato la prima linea di Lampade UVA

 3° Linea        

Aree e punti critici della produzione e del confezionamento: minor rischio di intrusione ma alto rischio di contaminazione del prodotto esposto.

In questa zona le catture dovrebbero essere ridotte al minimo.

Calibrare i Limiti Critici nei livelli piu’ bassi e possibilmente a carico sopratutto di piccoli ditteri.

Dimensionamento

Le Lampade UV in base al modello hanno una copertura definita nella scheda dell’attrezzatura e questa copertura è espressa in metri quadrati (vedi immagine della confezione)

Il dimensionamento deve essere fatto quindi in base al grado di copertura dell’apparecchio e alla dimensione dell’area da monitorare.

lampada_uva

Posizionamento e Altezza

L’apparecchio elettroinsetticida dovrebbe essere posizionato non molto alto, per esempio la base della lampada puo’ essere a 2,10-2,20 metri da terra.

La lampada deve essere:

  • posizionata in modo da non intralciare il passaggio di muletti e personale.
  • a 90° dalle fonti luminose,quindi non sotto le finestre e lampade.
  • lontana da flussi di corrente d’aria che disturbino il volo degli insetti alati
  • lontana dalle linee produttive,zona impasti e alimenti aperti.

Manutenzione

Gli apparecchi elettroinsetticidi richiedono il ricambio dei neon ogni 12 mesi.

I neon devono essere Shatterproof ossia devono essere dotati di una guaina in plastica trasparente che in caso di deflagrazione impedisca la dispersione dei frammenti.Si riconoscono per una fascetta simile a quella della fotografia sotto.

20_watt_shatterproof

Modalità di cattura

Le lampade UV devono catturare gli insetti immobilizzandoli su un pannello collante ricambiato a frequenze variabili a seconda della stagionalità, comunque minimo una volta ogni 30 giorni.Lampada_UVA

Coadiuvanti di cattura

Al centro del pannello collante possono essere posizionati dei “patch” impregnati di feromone per insetti volanti delle derrate al fine di incrementare la possibilità di monitorare questi pericolosi insetti.In questo modo si puo’ integrare efficacemente il sistema di monitoraggio delle trappole per le tignole.

patch

Colore dei neon

I neon sono per la maggior parte a luce blu od in taluni casi abbinati a neon a luce verde anche se questi ultimi sono meno utilizzati.

Colore dei pannelli collanti

E’ dimostrato che il colore giallo dei pannelli ha un effetto cromotropico positivo sulla capacità di attrarre i ditteri.Infatti i pannelli collanti gialli catturano le mosche anche in assenza della luce dei neon blu.

pannello_giallo

Ma in presenza della luce blu dei neon questa capacità attrattiva risulta meno evidente e la loro capacità attrattiva è in questo caso paragonabile ad altri pannelli con colori bianco o nero inseriti nelle lampade.

I colori bianco e giallo sono preferibili e comunque da utilizzare in quelle aree dove la presenza di insetti ha dei limiti critici molto bassi e quindi è raccomandata l’evidenza visiva immediata di eentuali criticità.

Base in cartoncino o plastica

La base del pannello collante dovrebbe essere preferibilmente in plastica specie negli ambienti umidi dove il rischio di schizzi delle acque di lavaggio potrebbe imbibire il cartoncino collante riducendolo in poltiglia.

Pannello “grigliato” per un facile conteggio

Agevola il conteggio degli insetti laddove la superfice del pannello abbia una omogenea densità di catture.

Grado di protezione IP

Il grado di protezione IP indica che l’apparecchio elettroinsetticida è stato costruito per resistere in ambienti che per la loro natura potrebbero favorire episodi di schock elettrico (ambienti umidi) ed esplosione (ambienti polverosi) , per cui possiamo elencare alcune tra le piu’ comuni categorie di Lampade UV.

Vedi la tabella che abbina il grado di protezione IP contro oggetti,acqua e polvericontaminazione da insetti alati

Nelle aree dei silos farine o con molta polvere occorre usare apparecchi elettroinsetticidi Certificati Atex.

Concludo dicendo che il monitoraggio degli insetti alati è spesso un capitolo debole del sistema di Pest Management in quanto le lampade hanno in genere un costo piu’ elevato rispetto ad altri dispositivi, sia in caso di acquisto che di noleggio e lo scopo del post è quello di definire con maggior precisione un progetto razionale di monitoraggio al fine di massimizzarne l’efficacia ad un costo minore possibile per l’Industria che comunque deve affrontare questa capitoclo con le dovute accortezze onde evitare Reclami e Non Conformità che ricadrebbero inevitabilmente anche sulla ditta a cui è affidato il servizio di Pest Management.

Rosi Norman

rosi_norman

 

 

 

linkedin

 

 

Romani Disinfestazioni Srl LUCCA Tel 0583-955344 Cell 337-1238029
Controllo Qualità

 

Lotta ai lepidotteri infestanti degli alimenti

I lepidotteri rappresentano un rilevante problema infestativo in tutte le aziende della filiera agroalimentare.Conoscere questo tipo di infestanti è fondamentale sia per eradicare eventuali infestazioni sia per prevenirle.
In un ottica di Gestione Integrata degli Infestanti l’aspetto degli insetti delle derrate,siano essi striscianti che volanti necessita di una analisi approfondita che valuti le cause originarie dell’infestazione e le soluzioni adatte a debellarle.

Trappola a imbuto lepidotteri
Trappola a imbuto adescata con feromone per attrarre i maschi dei lepidotteri

Nei monitoraggi che effetuiamo presso le aziende alimentari ci avvaliamo di attrezzature e prodotti concepiti per rilevare la presenza di questi insetti.
In particolare i lepidotteri conosciuti anche come “tignole della farina” sono infestanti diffusi a livello globale e provocano ingenti danni poichè possono attaccare numerosi substrati alimentari.
Le specie piu diffuse in italia sono:
1) Plodia (Plodia interpunctella) o tignola fasciata
2) Ephestia (Ephestia kuehiella) o tignola grigia.
Recentemente abbiamo effettuato servizi di monitoraggio presso una primaria azienda dolciaria dove ci è stato segnalato una elevata presenza di tignole.
Cosa abbiamo fatto?
Dopo un accurato sopralluogo ed aver verificato la presenza dell’infestante sono state installate trappole a feromone in numero adeguato e dimensionato ai volumi delle aree oggetto del servizio;la tipologia di trappole è quella ad imbuto (Lula trap) con sacchetto trasparente di raccolta dei maschi adulti catturati in volo.
Il feromone per i lepidotteri ha la funzionalità di ostacolare l’incontro tra i 2 sessi attirando i maschi e quindi riducendo la probabilità di accoppiamento tra i due sessi.
In abbinamento abbiamo attivato anche il metodo dell’ ” auto-confusione sessuale “, un metodo il cui meccanismo di azione prevede che i maschi delle tignole vengano attratti verso uno speciale dispenser di feromone ricoperto di polvere ad elevata adesività elettrostatica.
Al contatto con i lepidotteri adulti la polvere determina la saturazione dei recettori rendendoli incapaci di localizzare le femmine.
Inoltre e’ stato dimostrato come il maschio “contaminato” attiri gli altri maschi aumentando il fenomeno della confusione sessuale.

dispenser blu auto confusione sessuale
Il dispenser di colore blu utilizzato per l’auto-confusione sessuale dei lepidotteri

Sottolineiamo l’importanza della prevenzione da parte delle aziende alimentari,in particolare attuando tutte quelle misure volte al contenimento del fenomeno ed ossia:
– il controllo delle merci in entrata
– la pulizia dei locali,dei macchinari e dei magazzini
– il corretto e ordinato stoccaggio delle materie prime e del prodotto finito.
– la riduzione dei tempi di stoccaggio attraverso una corretta turnazione dei prodotti.
– l’allontanamento di derrate attaccate

Tecnico Disinfestatore
ANDREA BIAGINI

lepidotteri infestanti degli alimenti

 

 

 

 

Norman lucca
Norman Rosi CQ Romani Disinfestazioni Srl Lucca

 

 

 

 

 

 

 

Per metterti in contatto con me

clicca l’immagine o

Telefona al numero 0583-955344

Ricambio dei neon elettroinsetticidi

All’inizio della stagione primaverile-estiva il tecnico che si occupa del servizio di monitoraggio infestanti presso la Vostra Azienda deve procedere ad una operazione molto importante rappresentata dalla manutenzione degli apparecchi elettroinsetticidi che vengono utilizzati per il monitoraggio degli insetti volanti.In commercio ne esistono di molti modelli,dimensioni e forme,comunque sono quasi tutti basati sul principio che una fonte luminosa (neon) a luce blu/verde emessa ad una particolare frequenza d’onda attrae gli insetti volanti che avvicinandosi all’apparecchio vengono poi immobilizzati su un pannello collante posto in genere sul retro o sotto la lampada.
Questo pannello è l’unico strumento che ci consente oltre che bloccare gli insetti di effettuare una analisi quali-quantitativa delle catture effettuate potendo così procedere ad una valutazione su eventuali criticità in atto e le conseguenti azioni correttive e preventive da adottare.
Tra le famiglie di insetti di maggior interesse abbiamo i culicidi,i muscidi,i vespidi,i piccoli ditteri,le falene,i lepidotteri delle derrate,alcune specie di coleotteri.

pannello
Il Tecnico ricambia il pannello collante

Per essere efficienti gli apparecchi devono essere puliti ed il ricambio dei neon deve avvenire ogni 12 mesi.I tubi infatti dopo questo periodo manifestano un decadimento della potenza di emissione e pur mantenendo la luce blu tipica di questi apparecchi la loro attrattività nei confronti degli insetti non è piu’ efficace.
Esistono in commercio anche apparecchi che puntati sui neon riescono a misurare questa lunghezza d’onda ma in genere se la pianificazione ed il ricambio viene fatto con precisione non è necessario effettuare questo test da parte del disinfestatore.Potrebbe casomai essere effettuato dal Cliente come supervisione del lavoro fatto dal disinfestatore,in quanto anche la qualità dei neon non è tutta la stessa,anche se negli ultimi anni gli standard produttivi riconducibili a grandi marche del settore sono sempre molto elevati ed i prodotti risultano certificati.

neon
Il Tecnico ricambia il neon esausto

Le lampade devono essere sempre pulite e ben tenute specialmente nelle aziende alimentari ove bisogna evitare accumuli di polvere sui dispositivi per mantenere un elevato standard igienico e consentire una buona funzionalità della lampada.
In certi ambienti dove si lavorano le farine per esempio la pulizia deve essere effettuata ogni 15-30 giorni in occasione del ricambio del pannello collante perchè l’accumulo di farina e polvere è molto severo come si vede nella foto sotto esposta:

neon
Elettroinsetticida sporco
neon
Elettroinsetticida pulito

I neon devono essere smaltiti come Rifiuti Speciali Pericolosi in quanto sono classificati come Tubi fluorescenti contenenti mercurio e rispondono ad un preciso codice CER.
Richiedici maggiori informazioni su come gestire questo aspetto nella tua Azienda ed avere un servizio di monitoraggio efficace ed in linea con le leggi vigenti in materia.

neon
Smaltimento ecologico dei neon
Norman_Rosi
Norman Rosi CQ Romani Disinfestazioni Srl Lucca

 

 

 

 

 

 

 

Per metterti in contatto con me

clicca l’immagine o

Telefona al numero 0583-955344

Resoconto Workshop sul ruolo del Pest Control per le Aziende Alimentari:testi e supporti multimediali

L’incontro del 20 novembre 2015 ha avuto lo scopo di focalizzare l’attenzione sulla Gestione del Rischio e il ruolo del Pest Control al fine di prevenire efficacemente le contaminazioni da insetti e roditori negli alimenti.

-Dr.ssa Benedetta Giometti , Consulente,Ecol Studio SpA

Nel suo intervento la Dr.ssa Giometti ha affrontato in prima battuta una veloce panoramica sulla biologia dei maggiori agenti infestanti di interesse per le Aziende Alimentari,passando poi a considerare l’aspetto legato al metodo che l’Azienda deve adottare al fine di valutare il Rischio da contaminazione biologica in tutte le fasi del processi prodottivo,compreso quello inerente lo stoccaggio e la gestione degli imballaggi,molto spesso trascurato.

Con esempi pratici di Analisi del Rischio la Dr.ssa Giometti ha illustrato quindi come l’Azienda debba misurare questo parametro ed agire di conseguenza per garantire la conformità degli imballi e degli alimenti.

– Dr Ugo Gianchecchi ,Consulente Pest Control e Rosi Norman CQ Romani Disinfestazioni Srl

I due relatori si sono alternati nell’intervento andando ad affrontare gli aspetti legati ai requisiti dei servizi di Pest Control,sia per quanto riguarda i requistiti di base che per quanto concerne gli ulteriori adempimenti per le Aziende che aderiscono a Standard Volontari necessari spesso per lavorare con la GDO in Italia e all’estero.

L’intervento ha inoltre preso in considerazione alcune delle novità e tendenze in materia di Pest Control sia per quanto riguarda prodotti e attrezzature di ultima generazione sia per quanto riguarda i nuovi aspetti normativi che orientano il mercato del settore verso la limitazione delle esche rodenticide e delle trappole collanti.

– Dr Daniele Pisanello,Studio Legale Lex Alimentaria

Il terzo intervento è stato curato dal Dr Daniele Pisanello ,titolare dello Studio Legale Lex Alimentaria il quale ha preso in considerazione le responsabilità dell’Impresa Alimentare facendo anche un breve excursus sulle tappe che hanno portato alle odierne disposizioni in materia di Legislazione Alimentare.

Analizzando quindi gli obblighi comunitari e i controlli nazionali adottati ha poi focalizzato l’attenzione sulla gestione dei corpi estranei negli alimenti elencando quali responsabilità possono essere imputate all’impresa e le relative conseguenze penali.

A conclusione delle relazioni è seguito un interessante dibattito avente come oggetto principalmente gli aspetti legali connessi ai fenomeni di contaminazione,a dimostrazione del fatto che è molto forte l’interesse di tutti gli attori coinvolti ad affrontare in sicurezza le sfide che il mercato globale richiede.

Di seguito potrete trovare i riferimenti alla bibliografia e ai supporti video relativi al nostro intervento al Workshop del 20 novembre dal titolo : “Sicurezza alimentare:Gestione del processo e Pest Control per una corretta prevenzione dalle contaminazioni di specie infestanti”.
Abbiamo riepilogato i requisiti di base per le Aziende Alimentari e gli ulteriori adempimenti per le Aziende che aderiscono agli standard volontari BRC/IFS,le quali in particolare devono effettuare uno studio del servizio a cadenza almeno annuale da parte di un Field Specialist e la revisione continua dei Limiti Critici che devono tendere alla diminuzione per dimostrare che il servizio risulti efficace ed in miglioramento continuo.
Lo scopo di tutto cio’ è minimizzare il rischio da contaminazione fisica da corpi estranei,la contaminazione biologica derivante dalle infestazioni e la contaminazione chimica derivante da un uso indiscriminato di prodotti chimici.

Nel video riepilogativo potrete trovare i riferimenti ad alcuni approcci che abbiamo individuato per minimizzare i rischi di contaminazione nonchè alcuni aspetti relativi all’uso delle tecniche di derattizzazione con le esche rodenticide e con le trappole.

E’ inoltre possibile approfondire quindi i contenuti degli interventi con il testo del Prof.Luciano Suss e i video relativi agli interventi escluso quello relativo all’utilizzo di etichette anti-sabotaggio da apporre sui dispositivi di monitoraggio e controllo infestanti di cui è comunque presente un’altro articolo dedicato all’interno del nostro sito.

– LA PREVENZIONE DALLE INFESTAZIONI NELLE IMPRESE ALIMENTARI

L’importanza crescente del Pest Proofing nella difesa dalle infestazioni.
Pubblicazione del Dr.Luciano Suss e Dr.Giorgio Pezzato dal titolo “Prevenzione dalle infestazioni nell’Industria Alimentare”
resoconto workshop

 

 

 

 

 

 

 

 

 

– La pubblicazione del CIEH sulla “Pest Minimisation” per i fabbricati

Best_practice_for_the_construction_industry_image

 

 


-FORMAZIONE DEL PERSONALE
La corretta Formazione del personale operante nell’Impresa Alimentare.
Questa è una specifica richiesta degli Standard volontari cui le Aziende Alimentari possono adeguarsi con gli appositi corsi predisposti a tale scopo.

-UTILIZZO DEI BIOCIDI NELLE OPERAZIONI DI MONITORAGGIO E CONTROLLO RODITORI
Riflessioni sull’uso di trappole a colla ed esche rodenticide: le alternative del mercato relative alla derattizzazione ecologica attraverso sistemi di cattura massiva e l’uso di esche virtuali sintetiche.

DERATTIZZAZIONE ECOLOGICA

ESCHE VIRTUALI SINTETICHE

-UTILIZZO DI PRODOTTI SPECIFICI PER INSETTO TARGET
Abbiamo parlato di prodotti specifici per insetto target e ritenuto opportuno citare le esche in gel per blatte e formiche che seppur sul mercato da diversi anni anno dopo anno migliorano le performance con l’ampliamento delle specie-bersaglio e la riduzione delle dosi di utilizzo.

-LA DISINFESTAZIONE CON IL CALORE ALTERNATIVO AI PRODOTTI CHIMICI
I mezzi fisici come i calore e la criodisinfestazione quali metodi di disinfestazione ecologica alternativa all’uso della chimica..

-LA CONFUSIONE SESSUALE DEI LEPIDOTTERI
Sistemi integrati nella gestione degli infestanti come valido supporto al mantenimento delle infestazioni al di sotto delle soglie critiche senza utilizzo di prodotti chimici.

Romani Disinfestazioni Srl

Controllo dei lepidotteri: il Sistema Entostat

controllo dei lepidotteri
Sistema Exosect

Il sistema Entostat per il controllo dei lepidotteri utilizza una polvere il cui costituente principale è la cera estratta dalla palma Carnauba, viene usata come carrier per il feromone e aderisce al corpo degli insetti grazie alle sue proprietà elettrostatiche. La cera, a cui vengono mescolate minime quantità di feromone, è ridotta in una polvere finissima. La miscela polvere/feromone viene quindi compressa in pastiglie cilindriche ed attivate tramite supporti appositamente disegnati.
Le caratteristiche della polvere Entostat sono:
– Elettrostatica (con carica bipolare)
– Approvata per uso alimentare
– Idrofobica
– Contiene stabilizzatori UV naturali e antiossidanti che contribuiscono a mantenere stabile il feromone
Se ben utilizzato questo sistema puo’ ridurre sensibilmente la necessità dei trattamenti chimici per il controllo della tignola della farina.

 

The system Entostat for the lepidopteran control uses a powder whose main constituent is the wax extracted from the carnauba palm, is used as a carrier for the pheromone and adheres to the body of the insects due to its electrostatic properties. The wax, which are shuffled minimum amount of pheromone, is reduced into a fine powder. The mixture powder / pheromone is then compressed into cylindrical pellets and activated by specially designed supports.
The characteristics of the powder Entostat are:
– Electrostatic (with charge bipolar)
– Approved for food use
– Hydrophobic
– Contains natural UV stabilizers and antioxidants that help maintain stable pheromone
If properly used this system may ‘significantly reduce the need of chemical treatments for the control of the flour moth.

Buone Feste con la nuova APP Android per riconoscere gli insetti

app android per riconoscere gli insetti

Romani Disinfestazioni Vi augura di cuore Buon Natale ed un felice 2015.
I numeri “Social” che accompagnano la nostra attività parlano chiaro:oltre 450,000 mila visite al canale video Youtube,100,000 clic al nostro sito aziendale molto visitato da parte delle Aziende Alimentari ma anche dai privati che cercano un consiglio per disinfestare naturalmente,passando per Facebook con migliaia di post visualizzati e Twitter dove i nostri follower sono sparsi per 3 continenti.
La rubrica “C’era una volta….Le antiche ricette per disinfestare naturalmente” ha tanto successo che è stata pubblicata una raccolta acquistabile su il mio libro e la feltrinelli ed è disponibile gratuitamente in formato PDF per i nostri utenti iscritti alla Newsletter.
Le richieste di informazioni poi sono spesso dedicate ai riconoscimenti di insetti più o meno strani ai quali rispondiamo volentieri ed è per questo che abbiamo concepito questa applicazione Android.
NOTA LUGLIO 2017: LA APP E’ STATA SOSPESA IN ATTESA DELLA NUOVA VERSIONE

Linea Innokua: gli acari

innokua gli acari

Comincia oggi il viaggio verso la nuova linea di repellenti ecologici “Innokua”.
I prodotti hanno lo scopo di dissuadere naturalmente gli infestanti dagli ambienti domestici.Oggi cominciamo con il prodotto contro gli Acari per poi proseguire con la restante parte dei formulati concepiti per la loro funzione repellente contro Insetti,Roditori,Rettili e Talpe.

Indicazioni Linea Innokua Acari
Prodotto naturale efficace, attivo e sicuro. Formulato liquido a base di oli essenziali naturali sgraditi agli acari.
Inoltre il prodotto svolge anche un’azione igienizzante e deodorante per ambienti.
Indicato per: ambienti domestici e comunitari, come case, scuole ospedali, aree verdi urbane, alberghi, ristoranti. Indicato anche per i mezzi di trasporto (aerei, treni, auto) ecc.
Ideale in allevamenti per il trattamento di cucce, lettini e zone dove vivono cani, gatti, ecc.
Bio-eco-compatibile.

Caratteristiche
INNOKUA ACARI, frutto di approfondite ricerche scientifiche, unisce la potenza degli estratti vegetali all’innovazione. Le note olfattive di questo prodotto risultano insopportabili agli aracnidi in genere.
Senza controindicazioni né per gli animali né per l’uomo che dovessero venire a contatto con l’ambiente trattato per liberarlo da questi sgraditi ospiti.
INNOKUA ACARI è un prodotto completamente naturale ad azione igienizzante e deodorante per ambienti.
Grazie alle riconosciute attività antibatteriche dei principi attivi naturali che contiene, INNOKUA ACARI è indicato in tutte quelle aree dove sostano gli animali, fonte di crescita e sviluppo di batteri, di acari della polvere e di parassiti cutanei.
Gradevolmente profumato per la presenza di Eucalipto.
Efficace e sicuro, completamente naturale. Non contiene eccipienti alcolici.

Modalità d’uso
Nebulizzando 1 litro di prodotto, per un’area di circa 10-15 mq, si ha una protezione per circa 15 giorni. Inizialmente si consiglia il trattamento settimanale.

 

Fonte: Colkim Srl

Il monitoraggio dei lepidotteri

il monitoraggio dei lepidotteriPlodia Interpunctella ed Ephetia Keuniella sono fra gli infestanti delle derrate alimentari più dannosi al mondo.Stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità indicano in milioni di tonnellate di derrate alimentari danneggiate da questo tipo di infestanti.
E’ un insetto che si ciba di farine di cereali,pasta,frutta,secca,semi e granaglie,le sostanze organiche animali conservanti ecc.
La larva (13-15 mm di lunghezza) è giallognola. Le femmine possono deporre fino a 300 uova che sono più piccole di 0,5 mm.
Il danno è determinato dalle larve che si nutrono di materiali conservanti, rivestendoli con filamenti sericei ed imbrattandoli con gli escrementi e le esuvie.

L’adulto è una farfalla che può raggiungere anche 20 mm di apertura alare, le ali anteriori presentano, alla base, una fascia di color crema e nella parte distale una fascia di colore bruno-arancio, separate da una striscia scura.
La Plodia sverna come larva e compie 2-4 generazioni all’anno.

Farfalline in cucina

farfalline in cucina

Plodia Interpunctella: è l’infestante degli alimenti più diffuso e dannoso al mondo.

Spesse volte lo ritroviamo nelle dispense e nelle cucine di casa ove prolifera in un pacco di biscotti dimenticato oppure si nutre di poche briciole di pane che si possono accumulare nelle fessure e negli interstizi della dispensa.Insieme al Sitophilus,al Tribolium,al Lasioderma ed altre specie di insetti delle derrate la sua presenza è dovuta alla concomitanza con alimenti specifici che rappresentano il substrato di proliferazione elettivo.

A differenza di altre specie però Plodia I. può cibarsi a livello larvale di una gran quantità di derrate diverse,dalla frutta secca alle spezie,dalla pasta alle farine ecc.

Chiedici un consiglio od informazioni su come debellare questo insetto volante senza l’uso di prodotti chimici.

Romani Disinfestazioni

Basta mosche in cucina

basta mosche in cucina
(clicca l’immagine ed avvia il video)

Con l’arrivo della bella stagione ecco la nuova lampada Uplighter ideale per la gestione degli insetti volanti all’interno di locali dove la discrezionalità del dispositivo è fondamentale: bar,ristoranti,alimentari possono usufruire di questi apparecchi dal costo contenuto e dalla elevata funzionalità.
Certificati PestWest leader mondiale nella produzione degli apparecchi ad elettrocuzione.

Romani igiene ambientale: Lo spot in HD

Eroghiamo servizi nel settore dell’Igiene Ambientale a Lucca e nelle province limitrofe della Toscana nord-occidentale e La Spezia.
Abbiamo effettuato a seguito di richieste specifici interventi in altre regioni per conto di Aziende di rilevanza nazionale.
Con oltre venti anni di esperienza in igiene ambientale, progettiamo e realizziamo impianti di dissuasione piccioni su palazzi storici, moderni sistemi antitarlo e disinfestazioni a basso impatto ambientale.
Certificati ISO 9001 da oltre 10 anni, con personale giovane e in continua formazione, siamo il partner affidabile di ogni impresa alimentare e contribuiamo alla sicurezza igienico-sanitaria di tutta la filiera, sempre nel totale rispetto per l’ambiente.
Romani: qualità certificata per la tua azienda.
Per la visione in HD spuntare in fondo a destra l’opzione 720HD.

Lo sapevate che мы борьбы с вредителями

Lo sapevate che parlare lo stesso linguaggio significa comprendere le Vostre peculiari esigenze e fornire le giuste soluzioni.Il mercato ci chiede di dare risposte concrete ad una moltitudine di settori produttivi, dalla grande industria fino alla prevenzione degli infestanti nelle abitazioni,per cui essere dinamici e tempestivi è per noi essenziale.La nostra Clientela proviene da ogni parte del mondo: statunitensi,russi,australiani,sudamericani o cinesi sono solo alcuni esempi di Clienti che si trovano in Italia per business, per vacanza oppure perchè hanno scelto il nostro paese per viverci.

Per cui qualsiasi lingua parliate noi vogliamo comprenderla, con l’intenzione di trasformare quella che apparentemente potrebbe sembrare una barriera in una reciproca opportunità: utilizzando poi ciò che la tecnologia ci mette a disposizione si aprono frontiere inesplorate che ci consentono di comunicare in tempi rapidissimi anche con chi pronuncia la parola “ciao” dicendo “γειά σου” : per esempio con il suo telefono smartphone potrà inquadrare queste immagini per scoprire che noi facciamo questo…

lo sapevate che QR code

Romani Disinfestazioni Srl Derattizzazione e Disinfestazione

Lucca Toscana Italia

Con te partiro’

La settimana appena passata ha segnato un primo tentativo della primavera di far sentire la sua presenza; sappiamo bene che ancora il “generale inverno” è lungi dal dichiararsi sconfitto essendo sempre pronto a dare dei robusti colpi di coda ma da parte nostra registriamo i primi servizi di disinfestazione.

Formiche, zanzare, blatte, cimici dei letti,coleotteri e lepidotteri infestanti le derrate alimentari, che sono continuamente monitorati anche durante  i mesi invernali vengono da ora combattuti sul nascere,perche si sa, la prevenzione è la miglior forma di lotta.

Questo significa inoltre che per noi la stagione delle disinfestazioni è alle porte, e mettiamo il massimo dell’impegno affinchè questi piccoli ma tenaci insetti

non arrivino a rappresentare un problema per Voi, sia che si tratti della Vostra abitazione oppure della vostra Azienda, piccola o grande che sia.

Grazie alla fiducia che ogni anno continuate a riporre in noi sono adesso in fase di concretizzazione nuovi servizi sempre più all’avanguardia ed una nuova piattaforma informatica aziendale totalmente gestita tramite la rete internet , unica in Italia per l’assistenza a 360 gradi di Voi Clienti, dal momento della Vostra chiamata,al sopralluogo,all’intervento per finire alla produzione del certificato dei servizi resi….quindi che dire, noi siamo pronti ad intraprendere questa nuova avventura: partite con noi e consentiteci di dedicarVi questa bellissima canzone del Maestro toscano Andrea Bocelli.

La redazione Romani Disinfestazioni Srl Lucca

Proteggere i vestiti dalle tarme

proteggere vestiti dalle tarme

E’ tempo di riporre i vestiti utilizzati in questo lungo inverno ormai alle spalle ed occorre applicare tutte quelle precauzioni volte a proteggere i nostri capi di abbigliamento dagli attacchi delle tarme.La tarma  è un piccolo insetto capace di una discreta mobilità,può quindi spostarsi con facilità e penetrare dentro gli armadi.

Tassonomicamente la tarma dei tessuti è un lepidottero:allo stadio adulto si presenta come una farfalla mentre gran parte del suo ciclo biologico lo passa allo stadio larvale.

E’ durante lo stadio larvale che si ciba di sostanze contenenti proteine a base di cheratina e quindi è ghiotta di tessuti quali lana,pellicce,piume,seta,e anche cotone, provocando i tipici danni ai capi di abbigliamento che si notano nel momento in cui il capo viene preso dagli armadi per l’inverno ormai alle porte.

Esistono due specie di tarma: Continua la lettura di Proteggere i vestiti dalle tarme