sopralluogo disinfestazione

Note pratiche prima di un Audit

Le check list delle Autorità Sanitarie preposte ai controlli igienico sanitari negli stabilimenti che lavorano alimenti e bevande nonché gli standard  volontari più diffusi a livello internazionale elencano nel dettaglio quanto occorre fare affinché il programma di Pest Control sia efficace ed efficiente, in linea con quanto richiesto e superi indenne qualsiasi Audit con successo.

Anche per quanto riguarda il corredo documentale non vi sono particolari sorprese se si segue alla lettera quanto previsto dalle procedure sopra descritte (contratto,linee guida,limiti,critici,planimetrie,azioni correttive ecc) per cui quello che rimane da fare in ultima analisi è un sopralluogo finale, a cura dell’ Ufficio Qualità,che supervisioni alcuni particolari che spesso e volentieri possono far emergere Non Conformità o Raccomandazioni in sede di Audit, cosa  che è molto fastidiosa quando l’appunto è inatteso perché tutto sembrava assolutamente in ordine.

AuditLe mansioni da sbrigare sono ormai innumerevoli, i tempi ridotti all’osso data la mole delle pratiche da sbrigare e la scarsità di personale, pero’ al fine di verificare che tutto sia a posto consigliamo di fare in prima persona un sopralluogo breve ma accurato, che vada ad evidenziare alcuni punti deboli che sono a volte oggetto di nota in sede di Audit.

Poiché in genere la ditta di Pest Control ha già effettuato il passaggio quindicinale e quindi potrebbe non essere al corrente di alcune anomalie intercorse nel frattempo è utile questa veloce ispezione in prima persona che vi consentirà di avere tutto sotto controllo.

In particolare verificate che:

  • I neon delle lampade fly killer accesi e funzionanti: può succedere che i neon si spengano e debbano essere sostituiti.I neon devono essere shatterproof e smaltiti a norma di legge,ecco perché ormai questo servizio è delegato al 100% alla ditta di pest control.
  • Qualora siano presenti lampade a griglia elettrificata verificare l’assenza di insetti intrappolati nella griglia e nel caso dei pannelli collanti vedere che questi non siano pieni di insetti catturati: esteticamente l’impatto è pessimo,cosi come la presenza di ragnatele intorno alle lampade.
  • Trappole ed erogatori fissati e coincidenti con i cartelli indicatori.
  • Trappole ed erogatori funzionanti:abbiamo dovuto purtroppo segnalare in alcune occasioni come il personale preposto alle pulizie, spesso a causa di scarsità di tempo, stacchi,sposti o rompa le trappole presenti nelle aree interne.Ecco perché è per noi molto importante dialogare con la ditta di pulizie anche per questi motivi al fine di sensibilizzare il personale al corretto svolgimento delle operazioni senza compromettere la funzionalità dell’impianto di monitoraggio.
  • Cartelli indicatori con etichetta dell’ultimo controllo: a volte specie d’inverno con la pioggia battente alcune etichette adesive apposte sui cartelli nelle aree esterne si possono staccare,in questo caso sta al buon senso dell’Auditor comprendere la probabilità dell’evento.
  • Trappole ed erogatori puliti: operazione a cura della ditta di Pest Control da eseguire ad ogni passaggio.
  • Recente Autocontrollo delle trappole interne trasparenti: anche qui la sola presenza di insetti dà una brutta impressione anche se le aree dello stabilimento sono pulitissime.
  • Controllo di soppalchi e locali tecnici contigui alla produzione: chiedere la collaborazione dei manutentori e dei meccanici interni alla buona tenuta e manutenzione di queste aree spesso sottovalutate ma che in alcuni casi possono dare origine a parecchi problemi infestativi.

Infine come ultimo consiglio proponiamo di fare le operazioni di supervisione del servizio di monitoraggio infestanti avvalendosi di una torcia: vedrete emergere ai vostri occhi una quantità innumerevole di piccole e grandi cose da migliorare, e ogni annotazione sarà da condividere con la ditta di pest control affinché la riuscita del piano di monitoraggio risulti con la massima efficacia.

Practical notes before an Audit

The checklists of the Health Authorities regarding hygienic sanitary controls in factories working in food and beverage manufacture as well as voluntary standards more spread internationally listed in detail, what needs to be done so that the pest control program is effective and efficient, in line with the requirements to be approved by any audit successfully.

Also with regard to the documentation kit there aren’t surprises if you follow to the letter the provisions of the above described procedures (contracts, guidelines, limits, critics, floor plans, corrective actions, etc.) so that’s left to do is ultimately a final inspection, by the Quality Department, which supervises some details that often can reveal non-conformities or recommendations in the audit, which is very annoying when the fact is unexpected because everything looked absolutely in order.

Because usually the company of Pest Control has already made the fortnightly step, and then may not be aware of some anomalies that occurred in the meantime it is useful this quick inspection at first will allow you to have everything under control.

In particular, check that:

  • The fly killer lamps are turn on and well working, in fact it may happen that the neon lights are switched off and should be renovated. The lights must be shatterproof and disposed according to law, that’s why now this service is delegated to 100% of the pest control company.
  • If there are electrified grid lamps verify the absence of insects trapped in the grid ,and in the case, of the adhesives panels see that these aren’t full of captured insects: aesthetically the impact is very bad, as well as the presence of cobwebs around lamps.
  • Traps and dispensers fixed and coincident with the signs.
  • Traps and functioning dispensers: unfortunately we had to report on a few occasions the staff responsible for cleaning, often due to lack of time, detach, move or break the traps present in the indoor areas. That’s why for us it is very important to talk with the cleaning company also for these reasons in order to raise awareness on the proper conduct of operations without compromising the functionality of the monitoring system.
  • The label with the date of the last check: sometimes especially in winter with heavy rain some adhesive labels on signs in the outdoor areas can be removed, in this case the Auditor should understand the probability of the event.
  • Traps and clean dispensers: operation preformed by the Pest Control company to be performed at each step.
  • Recent Self-control of transparent internal traps: here the mere presence of insects gives a bad impression even if the factory areas are spotless.
  • Control of raised platforms and adjacent production room: ask for the cooperation of maintainers and internal mechanics about the maintenance of these areas often underrated but which in some cases may rise to several pest problems.

Finally one last suggestion we propose to do the supervision of the operations of pest monitoring service using a torch: you’ll see innumerable small and big things to improve, and each record will be shared with the pest control company for your most effective success in the monitoring plan.

Note pratiche prima di un Audit ultima modifica: 2016-12-28T20:35:51+00:00 da Norman
Note pratiche prima di un Audit ultima modifica: 2016-12-28T20:35:51+00:00 da Norman

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *