Archivi tag: carabidi

Come fare per….i Carabidi…

carabidi
Compaiono dal nulla e provocano una vera e propria invasione: i carabidi sono coleotteri che facilmente ad un occhio non esperto possono sembrare scarafaggi.

Le loro forme del corpo e colori possono variare, la maggior parte sono sul nero lucido o metallico e hanno coperture delle ali rigate(l’elitra). Le elitre sono fuse in alcune specie, in particolare quelle di grandi dimensioni, rendendo i carabidi incapaci di volare. Tutti carabidi ,tranne alcuni, hanno una scanalatura sulle loro  zampe anteriori munite di una sorta di pettine utilizzato per la pulizia delle loro antenne.
Essendo intrusi occasionali difficilmente trovano condizioni idonee al loro sviluppo all’interno delle strutture abitative e produttive e per impedire che penetrino all’interno occorre adottare quelle misure anti intrusione valide anche per altri infestanti con le stesse caratteristiche comportamentali.
Abbiamo notato che è possibile ottenere un discreto effetto barriera con trattamenti insetticidi perimetrali esterni in particolare nei capannoni prospicienti ad aree extraurbane dove maggiore è la probabilità di sviluppo di questi coleotteri.Seppur di scarso o nullo interesse igienico sanitario la presenza di carabidi all’interno di magazzini e strutture produttive del settore agroalimentare può rappresentare un serio rischio di contaminazione biologica per cui occorre adottare tutte le azioni correttive del caso al fine di minimizzare ed annullare il rischio di tali eventi.

Particolare attenzione dovrà essere impiegata nella verifica della perfetta tenuta delle bande anti intrusione alle porte e ai portoni visto che questi insetti penetrano dentro le strutture anche durante i periodi di inattività.

Carabidi : intrusi di stagione

coleotteri Carabidi

 

 

 

Carabidi : intrusi di stagione

E’ frequente in questo periodo stagionale il rilevamento di catture nelle trappole immediatamente posizionate internamente ai lati dei portoni di questi coleotteri carabide che invadono,a volte anche in maniera significativa i perimetri esterni dei capannoni e delle strutture produttive che insistono specialmente in ambito semi-urbano o in campagna.

Si tratta di Carabidi della specie Calathus circumseptus e non rappresentano un pericolo igienico-sanitario,seppur questa specie venga confusa spesso con le Blatte.

In ogni caso la loro presenza deve essere prevenuta e controllata in quanto una volta entrati  si muovono all’interno della struttura e possono rappresentare un rischio di contaminazione non indifferente.

Provenendo dalle aree esterne la prevenzione è possibile’ attuare innanzitutto un miglioramento dell’efficienza delle bande antintrusione ai portoni ed attuare in seconda battuta dei trattamenti chimici con le disinfestazioni perimetrali esterne che hanno lo scopo di stanare gli insetti da fessure e angoli nascosti( che possono essere presenti tra pareti del fabbricato e marciapiede) e successivamente l’effetto del prodotto insetticida nebulizzato comporterà l’abbattimento di questi insetti e qualora si usi un prodotto a base di piretroidi questo provocherà anche un buon effetto repellente nel breve periodo.

Considerando comunque la stagionalità di questi coleotteri in genere un trattamento è sufficiente per controllare il fenomeno.

Per ogni richiesta di informazione telefonare al numero 0583-955344