cimici

Le cimici dei letti “Cimex lectarius” rimedi

Se avete mai avuto la sfortuna di avere il vostro letto, vestiti o bagagli infestati da cimici dei letti, sapete che non è mai una buona cosa per incontrarle di nuovo.

Cosa sono le cimici dei letti?

Le cimici dei letti sono piccoli insetti ematofagi, che si nutrono da uccelli e mammiferi pelosi.

Come si riconoscono?

le cimici dei letti

Sono piccoli, ovali, marrone, delle dimensioni di un seme di mela.  Possono essere viste facilmente su lenzuola bianche. Possono ingrandirsi ancora di più subito dopo essersi nutrite.

Quali sono le cause?

C’è l’idea sbagliata che le cimici infestino le case pulite. Oppure, al contrario se la vostra casa è sporca, si attraggono. In realtà a loro non importa della pulizia. Ciò che li attrae è il calore e il sangue.

Come ogni altro essere vivente, cercano la fonte alimentare più vicina, in questo caso siete voi, la vostra famiglia e i vostri animali domestici.

I sintomi

Il modo migliore per sapere che ci sono cimici è semplicemente guardando. Come abbiamo detto, possono essere facilmente visibili sulle lenzuola bianche.  Non possono volare, ma corrono abbastanza velocemente.

Un altro modo sicuro è quello di sentire il loro morso.

Com’è il morso di una cimice dei letti?

Non solo mordono, ma succhiano anche il sangue. E come ogni altro insetto succhia sangue, l’area del morso si infiamma, rossa e pruriginosa, a causa delle tossine che rilasciano nella ferita aperta. I sintomi possono apparire anche dopo qualche giorno, non appaiono sempre subito.

Trattamento

I morsi di cimici dei letti sono innocui, il massimo che possono fare è del fastidioso prurito. Si consiglia di non graffiare le punture, in quanto ciò può causare una più grave infezione.

Il trattamento ha lo scopo di alleviare il prurito. Si può lavare le zone colpite con acqua e sapone e applicare un comune farmaco anti-prurito.  Ad alcune persone è sufficiente l’applicazione di un panno caldo, umido sulle punture. O basta anche lasciarli guarire da soli.

Come non farle tornare

Il modo migliore per tenere le cimici lontano è quello di non lasciare venire in primo luogo. La prevenzione è il miglior rimedio per quasi tutto.

-Controllare i bagagli.

Il modo più comune di prenderle è sempre mentre si è fuori in viaggio.  È difficile farci caso, ma si può sempre controllare i vestiti e bagagli che non contengano degli insetti indesiderati.  Se se ne trova qualcuno, mettere i vestiti in sacchetti di plastica e lavarli a 90 C° in lavatrice.

-Controllate i nascondigli più comuni.

È necessario ispezionare le aree in cui le cimici dei letti starebbero più facilmente nascoste. Ovvero materassi, tappeti e mobili. I segni più frequenti che si trovano sono macchie fecali, i familiari che si lamentano di essere stati morsi, e naturalmente vederle correre. Una casa pesantemente infestata può avere odore di coriandolo.

-Fori nello stucco e crepe nei muri.

Se c’è un luogo da cui le cimici potrebbero provenire, rendetene l’accesso almeno un po più difficile.

Come sbarazzarsi velocemente di loro

Se è già troppo tardi, e si già nel bel mezzo di una infestazione, si possono fare le seguenti cose per sbarazzarsi di loro.

-Sgomberate casa.

Più posti darete alle cimici dei letti per nascondersi, tanto più si ameranno la vostra casa. Quindi, buttare via ciò che non è necessario e lasciare che loro abbiano solo spazi aperti e nient’altro. Inizieranno immediatamente a cercare un posto dove nascondersi. Sperando che alcune scelgano e di andarsene di loro spontanea volontà.

-Aspirate tutto il locale.

Questo include il pavimento (soprattutto tappeti), mobili, tende, materassi e reti da letto. Buttare via la borsa dell’aspirapolvere subito dopo.

-Lavare ogni tessuto a 90 C°.

Intendiamo dire ogni singolo tessuto si possiede – lenzuola, federe, vestiti, tende, ecc.

-Vaporizzate i tappeti e i mobili.

Dal momento che non si possono mettere quelli in lavatrice, è necessario dare loro una buona vaporizzata per assicurarsi che nulla nasconda li.

È molto probabile che sia necessario ripetere questo per un paio di settimane.

A volte, anche la migliore prevenzione non funziona. In questi casi, potrebbe essere necessario rivolgersi a professionisti.

Contattateci per richiedere un sopralluogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *