cimici

Le cimici dei letti “Cimex lectularius”

Se avete avuto la sfortuna di avere la vostra camera da letto, i vestiti o i bagagli infestati dalle cimici dei letti, saprete certamente che non è facile bonificare le aree infestate da questi insetti.

Cosa sono le cimici dei letti?

Le cimici dei letti sono piccoli insetti ectoparassiti ematofagi obbligati che si nutrono del sangue di persone ed altri animali a sangue caldo.

Come si riconoscono?

le cimici dei letti

Sono insetti che allo stadio adulto possono aver le dimensioni di un seme di mela.
Di forma ovale e colore marrone passano attraverso numerosi stadi evolutivi fino a raggiungere la fase adulta.
Possono essere viste facilmente su lenzuola bianche.
Quando si nutrono di sangue crescono le dimensioni del loro addome a vista d’occhio.

Quali sono le cause?

La loro presenza non dipende dalle condizioni igieniche in senso stretto, in quanto possono essere trasportate passivamente da ambienti infestati ad ambienti per cosi’ dire “vergini” e sopravvivono indipendentemente dal grado di pulizia;cio’ che è importante è la presenza di un ospite a cui succhiare il sangue e la possibilità di nascondersi dopo aver consumato i pasti.

Come ogni altro essere vivente, cercano la fonte alimentare più vicina, in questo caso siete voi, la vostra famiglia e i vostri animali domestici.

I sintomi

Il modo migliore per sapere che ci sono cimici è eseguire una attenta e minuziosa ispezione visiva: come abbiamo detto, possono essere facilmente visibili sulle lenzuola bianche,negli angoli della base del letto,in prossimità dei fori di areazione del materasso,dietro la testata.
In questi punti si riconoscono dei puntini neri rappresentati dalle feci che le cimici espellono prima di rientrare nei nascondigli.Il colore delle feci è rosso scuro perchè si tratta di sangue digerito.Le cimici non possono volare, ma corrono abbastanza velocemente.
Un altro modo diretto è quello di sentire (purtroppo)il loro morso.

Com’è il morso di una cimice dei letti?

Non solo mordono, ma succhiano anche il sangue. E come ogni altro insetto succhia sangue, l’area del morso si infiamma, diventa rossa e pruriginosa, a causa delle tossine che rilasciano nel punto del morso. I sintomi possono apparire anche dopo qualche giorno, non appaiono sempre subito.

Trattamento

Il trattamento ha lo scopo di alleviare il prurito. Si può lavare le zone colpite con acqua e sapone e applicare un comune farmaco anti-prurito.  Ad alcune persone è sufficiente l’applicazione di un panno caldo, umido sulle punture.

Come non farle tornare

Il modo migliore per tenere le cimici lontano è quello di non lasciare venire in primo luogo. La prevenzione è il miglior rimedio!

-Controllare i bagagli.

Il modo più comune di prenderle è sempre mentre si è fuori in viaggio.
Per questo chi le conosce quando entra in una camera d’albergo la prima cosa che fà è controllare bene il letto e i dintorni per verificarne la presenza.
Piu’ difficile controllare i vestiti e i bagagli quando si giunge a casa.
Se se ne trova qualcuno, mettere i vestiti in sacchetti di plastica e lavarli sopra i 55° in lavatrice.

Come sbarazzarsi velocemente di loro

Come anzidetto occorre rimuovere tutti i possibili nascondigli utilizzabili dalle cimici,avendo cura di sigillare eventuali fessure e crepe nei muri,verificare la tenuta di battiscopa e telai delle porte,accertarsi che la testata del letto sia aderente il piu’ possibile alla parete.
Comunque queste operazioni non sono semplici perchè le cimici si possono introdurre in fessure piccolissime data la loro forma schiacciata.

-Vaporizzate la rete,i materassi,gli anfratti,i tappeti e i mobili.

Utilizzare un generatore di vapore professionale con il quale vaporizzare le parti sopradescritte dove si possono nascondere le cimici.
Questo è un metodo molto efficace , infatti le cimici muoiono all’istante sotto il getto di vapore.
E’ un metodo naturale,ecologico e se ne consiglia la ripetizione per almeno tre volte nel giorno di una settimana in modalità “Fai da te”.

A volte, anche la migliore prevenzione non funziona. In questi casi, potrebbe essere necessario rivolgersi a professionisti della disinfestazione.

Contattateci per richiedere un sopralluogo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *