lana e tarme

Le tarme dei tessuti

le tarme dei tessuti
Le tarme dei tessuti o tarme della lana sono principalmente le specie Tineola bisselliella e la Tinea pellionella.
Spesso le infestazioni non sono notate fino a che non si effettua il cambio stagionale dei vestiti negli armadi, trovando così danneggiate maglie, cappotti,giacche,pellicce, cuscini od altro.

 




 

Ad un’attento esame degli oggetti si può rilevare la presenza di ragnatele di seta che sono filate dalle larve quando vanno a formare il bozzolo.

Ricordando che i danni sono causati dall’attività delle larve spesso ciò che si nota sono gli adulti, simili a farfalline dorate con apertura alare di 12 mm che svolazzano per casa, e di solito in questi casi si tratta di maschi.

I maschi adulti sopravvivono alle femmine, tra i pochi casi in natura: infatti le femmine hanno poca attitudine a volare portando 40-50 uova per 2-3 settimane e muoiono una volta completata la deposizione.Le uova sono collegate al supporto con sottili fili di tessuto e schiudono dopo 4-10 giorni a seconda della stagione.

Il periodo larvale con le diverse fasi di muta può durare da un mese fino a 2 anni , la larva è giallastra con la testa scura e produce degli escrementi del colore della stoffa o del tessuto mangiato.
Le larve giovani non disdegnano anche altre fibre vegetali oltre alla lana ed tutti gli altri tessuti contenenti cheratina.
L’impupamento dura da 8 a 10 giorni in estate, da 3 a 4 settimane in inverno. Gli edifici riscaldati facilitano tutti questi processi per continuare lo sviluppo nei mesi invernali.
In una stagione normalmente il tempo per lo sviluppo da uovo a uovo è di 4 a 6 mesi, e ci sono generalmente due generazioni l’anno.

http://www.youtube.com/watch?v=ml66LEXyxsI

Riepilogando le larve possono nutrirsi di: maglie,canottiere,giacche,cappotti di lana, tappeti, moquette, mobili imbottiti, pellicce, setole animali, feltro, farina di pesce,parte esterna degli insaccati.Sintetici o tessuti come il cotone sono attaccati se sono mescolati con la lana.
Tessuti colorati,non puliti,con macchie di cibo o liquidi organici sono più soggette a danni.

 

Le tarme possono essere efficacemente controllate da una varietà di metodi, tra cui a titolo riepilogativo:

  • Lavaggio a secco
  • Mettere le maglie imbustate in congelatore per qualche giorno
  • Catture con trappole feromone specifico

Solo nei casi piu’ gravi si deve ricorrere ad una disinfestazione.

Nelle aziende e nelle industrie che lavorano tessuti si consiglia l’uso di trappole a feromone e non trappole elettroinsetticide a luce verde e blu  in quanto le tarme dei tessuti non vengono attratte da questi apparecchi.

Se l’umidità può essere mantenuta bassa all’interno degli armadi si crea un ambiente sfavorevole alle tarme.

Se l’infestazione è più grave del previsto potete contattarci per un parere professionale.

17 thoughts on “Le tarme dei tessuti”

  1. Gentile Sig.ra
    qualora i rimedi casalinghi non portino
    a risultati efficaci,Le consigliamo di rivolgersi ad un Disinfestatore.
    Ringrazio e porgo
    Cordiali Saluti
    Rosi Norman
    Romani Disinfestazioni Srl

  2. Gentile Sig.Marco,
    per tentare di debellare le infestazioni da tarme può provare con le trappole a richiamo feromonico che catturano gli eventuali adulti presenti,questo al fine di evitarne la riproduzione e la conseguente formazione di larve che sono le vere responsabili dei danni ai capi di abbigliamento.
    In alternativa vi sono in commercio numerosi prodotti repellenti per proteggere i capi ma non posso consiglarne un tipo specifico per cui Le consiglierei di sentire il rivenditore cosa propone.
    Grazie e cordiali saluti
    Rosi Norman

  3. grazie mille per la risposta, il problema è che ho trovato 3 t-shirt con un buchetto cadauna e credo siano loro le responsabili, e chidevo una volta lavato l’armadio con acqua e aceto cosa dovrei fare per i capi con i buchetti e gli altri che si trovavano all’interno?
    basta lavarli o far altro? ho letto che si mettono in freezer?
    vero? qualche consiglio da darmi in più?

    grazie millae ancora

  4. Salve, volevo seguire il vostro consiglio del congelamento, mettendo alcuni maglioni in freezer, potete dirmi quanti giorni è consigliabile lasciarli al freddo? Vi ringrazio anticipatamente.

  5. Buonasera,
    onestamente non saprei signora Irene,
    faccia delle prove partendo da un giorno,poi due ecc e
    vedere come reagiscono i capi di abbigliamento.
    Cordiali saluti
    Rosi Norman
    Romani Disinfestazioni Srl

  6. Avevo affittato la casa per un anno e L’affittuario aveva riposto piegati tre tappeti persiani nel soppalco senza accudirli più. Quando ho ripreso la casa ho guardato i tappeti e ho visto che erano pieni di tarme nello stadio di bruchi e tutta la casa piena di farfalline morte. Un tappeto ho dovuto buttarlo perché pieno di buchi. Gli altri due nonostante fossero pieni di bruchi, ho potuto salvarli e li ho aspirato con aspirapolvere e poi li ho mandati al lavaggio. La mia domanda è’ se le uova con il lavaggio vanno via o mi devo aspettare che ricominciano le tarme. Adesso I tappeti saranno aspirati ogni settimana e uno nel soppalco ogni 15 giorni. Ho usato spray antitarme prima di metterli a terra. Ogni cosa in casa è’ stata pulita. Grazie s mi risponde al più presto

  7. Buongiorno Patrizia,se i tappeti sono stati lavati a secco con solvente o a temperature oltre i 55°C le uova o eventuali larve dovrebbero essere state bonificate.Battere poi i tappeti regolarmente ed aspirare è un ottima abitudine perchè rimuove fisicamente polvere,detriti ed eventuali insetti.Grazie di averci scritto.Rosi Norman.Romani Disinfestazioni Srl

  8. Salve, vivo in un condominio dove da anni siamo infestati da questi insetti. Pare a causa della lana utilizzata come isolante nelle parti comuni? Basterebbe disinfestare o occorre rimuovere la lana? Siamo in causa da un anno, ma aimé i tempi sono biblici. Grazie per una Sua risposta

  9. Buonasera Sig.ra Francesca, non credo che derivi dall’isolante perchè in genere nei condomini questo è costituito da Lana di Roccia, un materiale inorganico non attaccabile dalle tarme, per quanto di nostra conoscenza.Occorrerebbe che un disinfestatore facesse un sopralluogo per valutare tipologia e grado di infestazione. Grazie. Norman Rosi.Romani Disinfestazioni Srl

  10. ho fatto trasloco due mesi fa, nella vecchia casa non avevo avuto mai problemi
    da qualche settimana trovo piccoli vermini con una specie di bozzolo a dosso
    abbiamo guardato da per tutto senza risultati, ne troviamo tre o quattro ogni due
    giorni, non so più cosa fare, la casa è stata ristrutturata tutta non c’era nulla di vecchio
    da dove sbucano queste tarme? francamente avevo sospettato della lana di roccia
    utilizzata per la coibentazione della casa.
    mi sa dire qualcosa in merito. grazie

  11. Salve Antonio,in tutta onestà non saprei dirLe da dove vengono questi bozzoli.Escluderei la lana di roccia “woolrock” perchè non trattasi di lana di pecora ma un materiale coibentante inorganico di cui gli insetti non possono cibarsi.Chiami un disinfestatore che La consigli al meglio e se scoprisse la causa farsi fare un preventivo.Cordiali Saluti.Norman CQ Romani Disinfestazioni Srl

  12. Per le mie maglie di lana (sia quelle lavate che quelle messe solo pochissime volte) da riporre nell’armadio in estate la mia lavanderia mi ha consigliato il trattamento di santificazione all’ozono. Questo trattamento è davvero efficace contro le tarme dei tessuti? Posso essere tranquilla di non trovare i terribili buchette?
    grazie e cordiali saluti

  13. Buonasera Paola, non abbiamo esperienza in merito a questo tipo di trattamento ad ozono, ma se le hanno consigliato cosi’ in lavanderia io al suo posto mi fiderei.E se altri lettori hanno esperienza in proposito possono contribuire con un commento.Grazie e ci faccia sapere.

  14. Buongiorno, io vorrei sapere, di che colore sono le uova delle tarme dei tappeti? So che sono piccolissime e difficilmente riconoscibili ma di che colore sono? Grazie mille

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *