Archivi tag: tarlo

Come fare per….l’Acaro del tarlo: Pyemotes ventricosus

pyemotes ventricosus

L’acaro del tarlo (Pyemotes ventricosus) è un parassita delle larve dei
tarli della famiglia Anobiidae (Anobium punctatum).
Specialmente all’inizio dell’estate possono pungere l’uomo creando
problemi ingenti se presenti in gran numero.
Non occorre sostare lungamente in un ambiente infestato per manifestare reazioni allergiche alla presenza di questo acaro,
infatti la sua particolare tossina può manifestare reazioni anche gravi per breve periodi di soggiorno nei locali infestati.
Sono colpite sia le parti coperte che quelle scoperte del corpo,i ponfi possono presentare la caratteristica scia “a cometa”,
una strisciata rossastra sulla pelle tipica di questo acaro.
La disinfestazione deve innanzitutto riguardare i mobili o le travature colpite dal tarlo,in questi casi occorre comunque effettuare una disinfestazione nell’appartamento con prodotti acaricidi in sinergia con l’antitarlo,per cui occorre in ogni caso lasciare l’appartamento almeno per una notte o più.
Per informazioni Rosi Norman Tel 0583-955344

qualita@romanidisinfestazioni.com

Tarli del legno

tarli del legno
Hylotrupes Bajulus

I tarli del legno: la disinfestazione.

I servizi di disinfestazione antitarlo sono destinati alla bonifica di infestazioni a carico di Anobium Punctatum, Hylotrupes Bajulus e Lyctus Bruneus ed il momento è propizio per intervenire in quanto è in questo periodo stagionale che si concentrano le sfarfallature dei tarli dai mobili e dai travi ove hanno completato il loro ciclo di larva.
Ricordiamo qui le molteplici scelte che sono disponibili per le Vostre specifiche esigenze e che vi invitiamo ad approfondire ricordando che siamo a Vostra disposizione per ogni richiesta di informazioni e chiarimenti.

Trattamento antitarlo dei mobili

Da oggi è disponibile il trattamento a mezzo camera in atmosfera modificata per il trattamento antitarlo nonché la prima rete regionale per questo tipo di trattamenti senza l’utilizzo di prodotti chimici.
Attraverso l’uso di azoto o CO2 si procede al trattamento della mobilia infestata; questa non dovrà essere necessariamente spostata dall’appartamento o dal luogo in cui si trova ed al termine del trattamento non vi sarà nessuna tossicità residuale nell’ambiente.

Potranno essere trattati anche materiale come tappeti,libri antichi,strumenti musicali pregiati,pellicce,abiti,collezioni di insetti,animali imbalsamati e tanto più è pregiato il manufatto tanto più indicato sarà questo tipo di trattamento.
indicato per i mobili nelle abitazioni, per antiquari o restauratori.

Trattamento antitarlo delle travature principali e secondarie

Nebulizzazione anti tarlo
Nebulizzazione antitarlo

Per quanto riguarda le travature principali e secondarie delle abitazioni attaccate dai tarli il trattamento deve avere come obiettivo principale quello di far penetrare il prodotto più in profondità possibile all’interno dell’essenza legnosa, così da “colpire” il tarlo all’interno delle gallerie ove esso si trova.I metodi principali sono basati sull’utilizzo di prodotti chimici antitarlo iniettati ad elevata pressione all’interno dell’essenza legnosa.
Nelle travature vengono inseriti speciali tasselli con valvola di non ritorno distribuiti a distanze variabili l’uno dall’altro in modo da coprire tutto il manufatto in senso longitudinale.Una volta inseriti i tasselli ed inserito il prodotto a pressione si procede all´applicazione del cappuccio di protezione,di colore variabile a seconda del colore del trave.

Per quanto riguarda le travature principali e secondarie delle abitazioni attaccate dai tarli il trattamento deve avere come obiettivo principale quello di far penetrare il prodotto più in profondità possibile all’interno dell’essenza legnosa, così da “colpire” il tarlo all’interno delle gallerie ove esso si trova.I metodi principali sono basati sull’utilizzo di prodotti chimici antitarlo iniettati ad elevata pressione all’interno dell’essenza legnosa.

Disponibile a Lucca e province limitrofe attrezzatura innovativa per trattamenti a pressione contro tarli del legno che infestano le travature principali e secondarie.

Attraverso speciali tasselli con valvola di non ritorno viene iniettato il prodotto tarlicida al fine di creare all’interno dell’essenza legnosa una barriera che impedisca lo sviluppo dei tarli e che interrompa il loro ciclo vitale.

Punture misteriose?

punture misteriose Scleroderma domesticus Di dimensioni simili ad una formica è lungo circa 2-4 mm.E’ un parassita dei tarli per cui viene sovente rinvenuto in abitazioni ove siano presenti travature principali o secondarie,armadi,mobili e suppellettili in legno infestate dai tarli, siano essi anobidi che capricorno delle case.

 

Hanno la particolarità di attaccare anche le persone, procurando punture assai dolorose anche in sequenza di tre-quattro con il tipico arrossamento da puntura.
Nel periodo primaverile-estivo può fuoriuscire dalle gallerie,(fenomeno che più volte è stato riscontrato anche in sede di sopralluogo da parte dei tecnici della Romani Disinfestazioni Srl)  e possono  pungere nelle ore notturne e diurne.
Le punture si manifestano visivamente anche per circa 10 giorni con sintomi che vanno dal semplice prurito fino a febbre alta e malessere generalizzato.
Contro questi insetti molto piccoli si consiglia di procedere eseguendo interventi mirati contro i tarli, cui sono legati per il proprio sviluppo,allo stesso modo in cui vengono combattuti altri parassiti dei tarli,nello specifico gli Acari come Pyemotes Ventricosus anch’esso responsabile di manifestazioni allergiche anche severe.

Prenoti adesso il sopralluogo telefonando al n° 0583-955344