honey-292133_640

In questi giorni di primavera assistiamo al fenomeno della sciamatura quando migliaia di api si spostano in cerca di una nuova casa da eleggere a dimora della colonia. Le api seguono la regina che rilascia speciali sostanze feromoniche che attraggono le api a formare una matassa inespugnabile a protezione della stessa regina che rappresenta il cuore pulsante di questo macro organismo in movimento. In questi casi occorre contattare un apicoltore che provveda a rimuovere lo sciame senza recare danno alle api ma anzi dando loro una nuova casetta dove stabilirsi. Effettuare una disinfestazione non è possibile in quanto trattasi di specie protetta e da tutelare,perLeggi altro →

honey-292133_640

Siamo in primavera inoltrata  e tra qualche settimana, il periodo varia da stagione a stagione, ci sarà come ogni anno il fenomeno della sciamatura: dall’alveare una parte di colonia si stacca e sciama verso altri possibili punti dove fondarne una nuova.E’ un fenomeno improvviso,difficile da prevedere e spesse volte si crea il panico da parte di chi si trova uno sciame di qualche migliaio di api sull’albero davanti casa o nell’intercapedine che si forma tra finestra e la persiana.Il nostro consiglio è di non chiamare un disinfestatore ma di rivolgersi sempre ad un apicoltore che potrebbe tentare di prelevare la colonia per sè,rendendo così l’utileLeggi altro →

Fonte: Redazione Tiscali Scienze Un terzo degli alveari non è sopravvissuto all’inverno. Nuovi dati provenienti dagli Usa dimostrano che le api si stanno estinguendo con una rapidità allarmante: per il quarto anno di fila più di un terzo degli alveari del paese non è sopravvissuto all’inverno. Il declino dei 2,4 milioni di colonie stimati oggi negli Usa, è iniziato nel 2006 a causa di una malattia, la sindrome dello spopolamento degli alveari: da allora, ricorda il settimanale britannico The Observer, oltre tre milioni di colonie negli Usa e miliardi di api in tutto il mondo sono morti e gli scienziati ancora non sono venuti alLeggi altro →

Fonte: www.wikipedia.it Si distinguono per avere gli occhi composti a forma di rene ricurvo. Lunghi da 1 a 5 cm , i vespidi hanno corpo bruno o nero a strisce gialle o variamente colorato nelle specie di paesi tropicali.Le vespe sono insetti sociali: le loro società comprendono femmine sterili, operaie, ed una o più femmine fertili dette regine. I maschi appaiono solo nel periodo riproduttivo. Nell’ordine degli Imenotteri si riscontrano molti altri esempi di socialità più o meno evoluta, il livello di socialità delle vespe, anche se spesso complessa ed affascinante, è meno “evoluta” di quella delle api e di molte specie di formiche cheLeggi altro →