Archivi tag: trappola

Il Trappolaggio dei roditori nelle aree esterne con TrapMe(r)

Nelle analisi della Valutazione del Rischio per l’uso delle esche rodenticide nelle aree esterne è importante individuare tutte quelle misure di Mitigazione del Rischio  che possono essere applicate per minimizzare le condizioni favorevoli di una infestazione murina.

Partendo dalle condizioni ambientali per passare allo stato delle strutture andranno poi prese in considerazione tutte quelle pratiche operative utilizzabiliad integrazione delle esche rodenticide.

Tra queste ultime possiamo includere sicuramente i sistemi di trappolaggio, ed oggi ne prenderemo in considerazione uno in particolare che stiamo utilizzando presso alcuni stabilimenti: la trappola TrapMe(Tm)

La trappola TrapMe(Tm) è un sistema di monitoraggio remoto basato sull’utilizzo di una trappola a scatto dotata di un sensore che consente di verificare in tempo reale lo stato della trappola nelle modalità: “Aperta”-“Chiusa”-“Roditore” ed inviare un alert di cattura visibile nell’area riservata sul portale del sistema e ricevendo inoltre un messaggio tramite posta elettronica.

Trapme
Fig.1 La Trappola TrapME(TM)

La trappola appartiene alla tipologia delle trappole dette “rompi-schiena” cosi’ come vengono definite nelle  “Linee Guida sulla buona pratica d’uso delle esche rodenticide ad uso biocida nell’Unione Europea”

L’uso di queste trappole, anche quando non dotate di avviso di cattura (come il sistema TrapMe(Tm)), è al momento la tecnica di derattizzazione tra quelle piu’ vicine ai requisiti richiesti per una modalità definita a bassa crudelta‘ verso i roditori stessi.

La tecnica che si avvale di trappole a scatto con sensore di avviso di cattura come TrapMe(Tm)  è sicuramente una tipologia di servizio in ascesa nel panorama europeo e mondiale delle tecniche di monitoraggio e controllo delle infestazioni murine per i motivi che vedremo successivamente.

TrapMe
Fig.2 Vista dall’alto della trappola Trapme(TM)

Il portale TrapMe(Tm)  permette l’accesso ai dati inviati dalle trappole registrate per l’Utente ( in genere la ditta di disinfestazione) e visionare in tempo reale lo stato dei sensori,sia da Computer,che da Tablet e Smartphone

iphone-message-screen-blank_211
Fig 3 Elenco delle Trappole installate nel sito
Trapme
Fig.4 Stato delle trappole:Aperta
screenshot_cattura
Fig 5 Stato delle trappole: cattura rilevata ed invio email di Alert

Ricevuto il segnale di cattura ci attiviamo per eseguire l’intervento e bonificare la trappola,riarmandola e rendendola attiva per future catture.

trap_me_ecorodent
Fig 6 La cattura del roditore rilevata dalla Trappola TrapME(tm)

E’ possibile settare gli Alert e ricevere una email in caso non solo di cattura ma anche di altre variazioni di stato del dispositivo.

Riepiloghiamo i punti a favore sull’uso dei sistemi di cattura dei roditori con trappole “rompi-schiena” sopratutto se hanno l’avviso di cattura tramite E-mail o SMS, che velocizza gli Alert e rende piu’ rapidi gli interventi:

  • E’ un metodo a piu’ bassa crudeltà rispetto ad altre tecniche.In caso di cattura parziale del roditore l’intervento tempestivo è utile per alleviare le sofferenze all’animale.
  • Necessita di un elevato grado di professionalità in quanto occorre comprendere la natura e il grado dell’infestazione, studiare i camminamenti e i comportamenti dei roditori, intercettare i loro gusti.E’ quindi una tecnica piu’  evoluta rispetto all’uso dei sistemi di derattizzazione mediante esche rodenticide, la cui applicazione  non è comunque scontata e necessita anch’essa di un alto grado di professionalità.
  • Riscontro in tempo reale dello stato del servizio, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 , quindi per esempio in presenza di avvistamenti di roditori il Tecnico del Pest Control potrà contare su un rapido feedback sulle tecniche intraprese e potrà attuare ulteriori azioni correttive necessarie.
  • Produzione di files di riepilogo, utili per le analisi dei trend che la società di disinfestazione deve produrre con regolarità a corredo della reportistica ordinaria.
  • Il sistema di cattura con Alert consente di rimuovere rapidamente il roditore dalla trappola e ne impedisce quindi la decomposizione avviandolo al trattamento come Rifiuto Speciale o come SOA.
  • La tecnica del trappolaggio consente di effettuare un conteggio degli esemplari catturati, cosa che usando le esche rodenticide non è quasi mai possibile effettuare, perchè è molto difficile risalire al numero di roditori che hanno mangiato le esche rodenticide o placebo (in sostanza non vi è una stretta correlazione tra numero di roditori presenti e quantità di esca mangiata).
  • Il conteggio delle catture è automatico.
  • E’ piu’ igienico rispetto all’uso delle esche perchè oltre a consentire la rapida rimozione del roditore come anzidetto evita il fatto che in caso di avvelenamento da esche il ratto migri all’interno delle strutture,in posti nascosti e a volte anche insoliti , in quanto le emorragie provocate dalle esche rodenticide creano, come noto, disorientamento nell’animale che puo’ quindi avere comportamenti irrazionali.
  • Il roditore viene catturato e non puo’ essere predato da altri animali, e questo, specie in un sistema integrato con le esche rodenticide, è sicuramente un fattore positivo perchè evita fenomeni di intossicazione secondaria.
  • Non provoca assuefazione o fenomeni di resistenza.
  • E’ un sistema modulabile e dinamico, ossia è possibile aumentare o diminuire le trappole al bisogno, convertendo erogatori di esca in trappole e viceversa,anche in virtu’ del periodo stagionale.
  • E’ un sistema in linea con i moderni principi del Pest Management e di un avanzato servizio di derattizzazione che non si basi unicamente sull’uso permanente delle esche rodenticideInfatti in assenza di una adeguata valutazione dei rischi del sito, della destinazione produttiva dello stabilimento e dell’integrazione di sistemi alternativi  come questo del trappolaggio, il solo uso di esche rodenticide potrebbe essere soggetto a restrizioni operative anche molto pesanti.

Ogni trappola puo’ essere individuata sulla mappa nel Portale  e questo è possibile grazie alla funzione Drag&Drop applicabile per ogni sensore attivato.

La trappola viene inserita nell’elenco degli “Ultimi dati” ricevuti dal sensore ed è quindi possibile monitorarla in tempo reale.

Questo sistema rappresenta un valido aiuto per le Aziende di Pest Management, perchè ci consente di tenere sotto controllo il programma di monitoraggio e controllo dei roditori e garantisce inoltre all’Azienda Alimentare un sistema moderno, attivo e ed efficace contro le infestazioni da roditori a tutela della Sicurezza Igienico Sanitaria di tutte le fasi del processo.

Rosi Norman Controllo Qualita’
rosi norman

 

 

Romani Disinfestazioni Srl

Via dei Bichi 150/c 55100 Lucca

Tel +39 0583-955344 Mobile +39 337-1238029

Esche rodenticide anticoagulanti: nuovi scenari per il settore Agroalimentare

Pratica AGROALIMENTARE

Pubblicato un articolo a firma Almater Srl e Romani Disinfestazioni Srl

PRATICA AGROALIMENTARE

L’Articolo

Pubblicato sul numero 2 di settembre 2017 della rivista “ pratica AGROALIMENTARE ” un articolo sulle ultime novità in tema di pest control ed esche rodenticide a firma di Alfredo Gris di Almater Srl e di Norman Rosi AQ di Romani Disinfestazioni Srl.

L’articolo sarà disponibile prossimamente su questo sito oppure immediatamente scaricabile accedendo al portale della rivista e sottoscrivendo l’abbonamento.
Non è al momento disponibile nella versione DEMO della rivista,comunque visti gli interessanti temi trattati vi invitiamo comunque a scaricare dal portale.

Per il momento possiamo anticipare che l’articolo focalizza gli aspetti tecnico-operativi che vengono messi in discussione dalle nuove disposizioni circa l’uso delle esche rodenticide secondo quanto riportato nell’etichetta delle esche rodenticide con particolare riguardo ai servizi presso le Aziende del settore Agroalimentare.

Attraverso una attenta valutazione del rischio del sito e dell’ambiente vengono poi presi in considerazione i Pro e i Contro di alcune delle tecniche oprative di piu’ immediata e rapida adozione tra cui possiamo annoverare l’uso delle esche virtuali alternato a quelle rodenticide e l’utilizzo sistematico dei sistemi di trappolaggio ad integrazione delle barriere di erogatori di esche rodenticide esterne di cui si consiglia comunque il mantenimento per poter eseguire campagne di derattizzazione temporanee limitate ai periodi di maggiore criticità da rischio di infestazioni.

La Rivista

Pratica AGROALIMENTARE è una rivista per chi opera nel settore agroalimentare: obblighi, responsabilità e le migliori opportunità fornite dall’export.

Rosi Norman

rosi_norman

 

 

 

linkedin

 

 

Romani Disinfestazioni Srl LUCCA Tel 0583-955344 Cell 337-1238029
Controllo Qualità

Lotta ai lepidotteri infestanti degli alimenti

I lepidotteri rappresentano un rilevante problema infestativo in tutte le aziende della filiera agroalimentare.Conoscere questo tipo di infestanti è fondamentale sia per eradicare eventuali infestazioni sia per prevenirle.
In un ottica di Gestione Integrata degli Infestanti l’aspetto degli insetti delle derrate,siano essi striscianti che volanti necessita di una analisi approfondita che valuti le cause originarie dell’infestazione e le soluzioni adatte a debellarle.

Trappola a imbuto lepidotteri
Trappola a imbuto adescata con feromone per attrarre i maschi dei lepidotteri

Nei monitoraggi che effetuiamo presso le aziende alimentari ci avvaliamo di attrezzature e prodotti concepiti per rilevare la presenza di questi insetti.
In particolare i lepidotteri conosciuti anche come “tignole della farina” sono infestanti diffusi a livello globale e provocano ingenti danni poichè possono attaccare numerosi substrati alimentari.
Le specie piu diffuse in italia sono:
1) Plodia (Plodia interpunctella) o tignola fasciata
2) Ephestia (Ephestia kuehiella) o tignola grigia.
Recentemente abbiamo effettuato servizi di monitoraggio presso una primaria azienda dolciaria dove ci è stato segnalato una elevata presenza di tignole.
Cosa abbiamo fatto?
Dopo un accurato sopralluogo ed aver verificato la presenza dell’infestante sono state installate trappole a feromone in numero adeguato e dimensionato ai volumi delle aree oggetto del servizio;la tipologia di trappole è quella ad imbuto (Lula trap) con sacchetto trasparente di raccolta dei maschi adulti catturati in volo.
Il feromone per i lepidotteri ha la funzionalità di ostacolare l’incontro tra i 2 sessi attirando i maschi e quindi riducendo la probabilità di accoppiamento tra i due sessi.
In abbinamento abbiamo attivato anche il metodo dell’ ” auto-confusione sessuale “, un metodo il cui meccanismo di azione prevede che i maschi delle tignole vengano attratti verso uno speciale dispenser di feromone ricoperto di polvere ad elevata adesività elettrostatica.
Al contatto con i lepidotteri adulti la polvere determina la saturazione dei recettori rendendoli incapaci di localizzare le femmine.
Inoltre e’ stato dimostrato come il maschio “contaminato” attiri gli altri maschi aumentando il fenomeno della confusione sessuale.

dispenser blu auto confusione sessuale
Il dispenser di colore blu utilizzato per l’auto-confusione sessuale dei lepidotteri

Sottolineiamo l’importanza della prevenzione da parte delle aziende alimentari,in particolare attuando tutte quelle misure volte al contenimento del fenomeno ed ossia:
– il controllo delle merci in entrata
– la pulizia dei locali,dei macchinari e dei magazzini
– il corretto e ordinato stoccaggio delle materie prime e del prodotto finito.
– la riduzione dei tempi di stoccaggio attraverso una corretta turnazione dei prodotti.
– l’allontanamento di derrate attaccate

Tecnico Disinfestatore
ANDREA BIAGINI

lepidotteri infestanti degli alimenti

 

 

 

 

Norman lucca
Norman Rosi CQ Romani Disinfestazioni Srl Lucca

 

 

 

 

 

 

 

Per metterti in contatto con me

clicca l’immagine o

Telefona al numero 0583-955344

Trappola per cimici dei letti

Ecco la nuova trappola per cimici dei letti.

Da subito disponibile per monitoraggi in camere di alberghi,bed & breakfast,affittacamere ed individuare in questo modo i punti da trattare in maniera mirata.

Come per tutti gli altri problemi legati alla presenza di infestanti anche per la cimice è fondamentale la prevenzione:imparando a riconoscere infatti i segni della loro presenza sopratutto da parte del personale addetto ai piani e alle pulizie nelle camere si possono evitare situazioni anche critiche che si potrebbero creare per fenomeni infestativi a danno dei Clienti.

Chiedici maggiori informazioni al numero 0583.955344.Rosi Norman CQ Romani Disinfestazioni Srl
Consulta anche gli altri nostri post sull’argomento tornando alla home su http://www.romanidisinfestazioni.com

trappola per cimici dei letti.