Archivi tag: Roditori

topi

Derattizzazione e Malattie trasmesse dai topi: perchè è importante disinfettare

La lotta dell’essere umano contro i topi e i ratti è vecchia di millenni, ossia da quando l’uomo divento’ stanziale e da cacciatore/raccoglitore si trasformo’ in agricoltore/allevatore. Le reazioni a seguito di avvistamenti di topi che a volte sfociano in una vera e propria fobia potrebbe derivare in parte da questa convivenza sgradita che ci accompagna da così tanto tempo e che nel passato poteva assumere aspetti drammatici se si pensa ai danni irreparabili che i topi e i ratti potevano arrecare per esempio ad un magazzino di grano o di orzo, provocando fame o carestie in caso di infestazioni endemiche.

Quello che qui ci interessa sottolineare sono gli aspetti igienico-sanitari connessi con una infestazione murina, quindi in concreto le malattie trasmesse dai topi che potrebbero derivarne.Oggi lo stato di salubrità delle abitazioni,dei magazzini e delle industrie è cambiato in maniera radicale rispetto per esempio anche un periodo relativamente recente come il secondo dopoguerra ed una infestazione da roditori rappresenta un caso eccezionale e non piu’ la normalità.

Ricordiamo in elenco le principali malattie trasmesse dai topi:

  • Febbre emorragica con sindrome renale (HFRS)
  • Nefropatia epidemica, una forma lieve di HFRS
  • Sindrome polmonare da hantavirus.
  • Schistosomiasi
  • Salmonella
  • Leptospirosi:  facciamo un inciso su questa malttia perchè è la piu’ pericolosa in Europa poichè circa il 30% di Rattus norvegicus è portatore di Leptospirosi.Di questo deve essere informato chi lavora in ambienti a rischio dove forte è il rischio di trovare piccole zone di acqua stagnante ove ci sia passaggio di ratti;in questi casi il contatto con una ferita aperta rappresenta un grosso rischio.
  • Tifo murino
  • Colera

Clicca qui per vedere il video sulle malattie trasmesse dai topi 

Non citiamo la Peste bubbonica che nel passato ha provocato milioni di morti ma che oggi non registra casi in Europa, in ogni caso le Zoonosi (malattie infettive trasmesse dagli animali in questo caso i topi)  sono molte di piu’ .Ci sono poi anche casi particolari di malattie trasmesse dai topi come per esempio nel Regno Unito, dove la malattia di Weil , una forma di Leptospirosi trasmessa dai ratti ha raggiunto livelli preoccupanti, i casi infatti sono aumentati del 300% in tre anni.

L’innalzamento degli standard igienici verificatosi negli ultimi anni hanno reso indispensabile assicurare ambienti produttivi e di lavoro sicuri dal punto di vista igienico sanitario e per questo occorre valutare e spesso procedere ad effettuare anche una disinfezione oltre alle operazioni di derattizzazione volte al controllo del fenomeno.

La disinfezione è un tipo di trattamento che prevede l’utilizzo di prodotti detti appunto disinfettanti, in genere a base di cloroderivati o sali di ammonio quaternario che distribuiti in varie modalità sulle superfici già pulite effettuano un abbattimento dei microrganismi patogeni.Esistono disinfettanti liquidi, in aerosol e fumiganti.

Questi ultimi due hanno il pregio di poter raggiungere anfratti dove i prodotti liquidi non possono arrivare.

La pulizia ossia la rimozione meccanica dello sporco prima della disinfezione si rende necessario in quanto per esempio le sostanze organiche formano un film che limita notevolemente l’azione del disinfettante.

Romani Disinfestazioni Srl raccomanda e propone ai propri Clienti di procedere sempre ad un intervento di disinfezione in caso di infestazione da ratti e topi.

Sebbene l’intervento possa essere effettuato anche direttamente dal Cliente, con le opportune precauzioni,è auspicabile che tale operazione venga delegata ad una ditta di disinfestazione che utilizzerà prodotti professionali e per l’uso dei quali è stata fatta una opportuna formazione, oppure rivolgendosi ad una impresa professionale di pulizie.

In un prossimo articolo affronteremo gli aspetti legati ad una possibile disinfestazione post trattamento di derattizzazione per debellare i pericolosi ectoparassiti dei roditori.

Altre informazioni sul servizio di disinfezione possono essere trovate qui: articolo 1 e articolo 2.

Per informazioni Rosi Norman CQ Romani Disinfestazioni Srl

Telefono + 39 0583-955344 Mobile +39 337-1238029

 

 

Le esche virtuali sintetiche per roditori

Premessa

A fronte delle crescenti limitazioni nell’uso delle esche derattizzanti registrate negli ultimi anni molte aziende produttrici sono venute incontro alle esigenze del mercato ampliando i loro cataloghi con esche virtuali, dette anche “placebo” ossia con esche a base alimentare senza nessun tipo di principio attivo al loro interno.

Attualmente l’uso delle esce virtuali è stato limitato agli spazi interni delle aziende alimentari, in quei luoghi sensibili dove l’uso delle esche rodenticide poneva dei rischi di contaminazione sia delle materie prime che del prodotto durante e dopo la lavorazione.

Essendo composte da sostanze alimentari vere e proprie sono in genere molto appetite dai roditori ma hanno pero’ effetti che ne limitano l’uso per alcuni motivi ed ossia:

  • Sono deperibili nel medio periodo
  • Aumentano la capacità portante del sito sia per i roditori che per gli infestanti secondari (formiche,blatte,lumache,limacce,insetti delle derrate tra i piu’ comuni)
  • Risentono dell’umidità dell’ambiente
  • Possono contenere allergeni e quindi potenzialmente causare contaminazioni anche in questo ambito.

Per questi motivi l’utilizzo pratico delle esche virtuali è stato limitato rispetto ai fattori positivi che teoricamente ne promuoverebbero l’uso, preferendo molto spesso le trappole nelle aree interne degli stabilimenti, mentre nelle aree esterne si è proceduto all’uso sistematico di esche rodenticide.

Ma con il recente passaggio dei prodotti rodentici a biocidi e la loro nuova etichettatura che riporta chiaramente una limitazione temporale dell’utilizzo di quest’ ultime (circa 45 giorni ) anche l’uso delle esche in ambienti esterni è stato messo in discussione, ragion per cui si è cominciato a prendere in considerazione anche per le aree esterne, specie nei punti dove non si sono mai registrati consumi, l’uso delle esche virtuali.

Ed ecco che entrano in gioco le esche virtuali sintetiche, ossia esche costituite da una base sintetica in plastica aromatizzata che rispetto ad un’esca virtuale alimentare presenta i seguenti vantaggi teorici:

  • Ha una lunga durata e mantiene la fragranza: almeno 3 mesi
  • E’ priva di allergeni,quindi ideale per l’impiego nell’industria alimentare.
  • Non aumenta la Capacità Portante.
  • Non causa infestazioni secondarie (come anzidetto per formiche,blatte,lumache,insetti delle derrate) come si verifica con le esche convenzionali, essendo realizzata in materiale polimerico (non organico)
  • Ideale per ambienti umidi. Nessuna muffa o decomposizione dovuta all’umidità. Resistente all’acqua
  • Praticità di utilizzo grazie al foro centrale che ne facilita l’ancoraggio dentro le postazioni di monitoraggio.

Queste sono alcuni dei vantaggi che ci vengono proposti dai produttori di esche virtuali, ma in pratica a noi tecnici ci interessa una cosa, cioe’ che siano appetenti come le classiche esche virtuali alimentari, in modo da avere un riscontro reale della presenza di infestazione nelle aree monitorate.

 Il contesto operativo

Abbiamo effettuato delle prove in pieno campo nel periodo febbraio-luglio in un’area esterna a forte pressione murina, dove le condizioni ambientali offrono un habitat ideale per la presenza dei roditori in particolare Rattus norvegicus.

L’esca è stata testata in modo esclusivo nella postazione e alternata ad altre postazioni contenenti esca virtuale alimentare e rodenticida per un totale di 18 postazioni lungo il perimetro di un bacino artificiale, dove solitamente riscontriamo una elevata attività da roditori sulla seconda cintura.

Esche virtuali
Cintura di erogatori lungo il perimetro esterno.Cerchiati di rosso gli erogatori con esca virtuale sintetica.

Andamento consumi

All’inizio del test si è registrato un consumo da parte dei roditori prevalentemente dell’esca rodenticida posizionata come di consueto negli erogatori, ossia non si sono rilevate particolari variazioni nelle abitudini dei roditori.

I motivi questa predilezione per l’esca rodenticida potrebbero essere dovuti alla nota neofobia dei roditori.

Esche virtuali sintetiche
Blocchetto di esca virtuale sintetica integro ancorato all’interno dell’erogatore

Inoltre essendo iniziato il periodo del test a fine inverno i roditori potrebbero avere una preferenza per le esche a base “grassa” o comunque nutrizionalmente importante,in quanto il roditore riconoscerebbe l’apporto calorico dell’alimento consumato.

Primi consumi esca virtuale

Rilevati dopo circa 3-4.mesi all’inizio dell’estate si sono verificati i primi consumi di esche che sono state attaccate da ratti.

I dati rilevati anche nelle altre postazioni contenenti esca virtuale alimentare ed esca rodenticida mostravano consumi evidenti.

Secondo i principi della Buona Pratica una volta rilevato il consumo di esca virtuale sintetica si è proceduto ad alternare con esca rodenticida come strumento correttivo dell’infestazione.

Questo per sfruttare il fatto che il roditore si sia abituato ad entrare nell’erogatore e consumare l’esca ma potrebbe altresi’ essere condotta una azione di trappolaggio come azione correttiva dell’infestazione esterna.

img-20170801-wa0005
Blocchetto di esca virtuale sintetica attaccato da un ratto

A riprova della correttezza del modus operandi non si sono verificati al contempo consumi sulla prima linea di erogatori di esca rodenticida, segno che i roditori non si sono avvicinati alle strutture produttive.

Conclusioni

Consideriamo che l’uso delle esche virtuali sintetiche sia un aspetto di crescente interesse date le stringenti limitazioni che si registrano nell’uso delle esche rodenticide.

A nostro avviso l’introduzione di queste esche deve essere fatto in modo progressivo e sotto la supervisione del Direttore Tecnico al fine di non interferire nelle operazioni di derattizzazione, integrando quindi i metodi esistenti.

La ricerca investe notevoli risorse in questi ambiti e sempre piu’ aziende produttrici si affacciano con nuovi prodotti sul mercato per cui è ragionevole supporre che nel giro di pochi anni questa nuova nicchia di prodotti amplierà la gamma e la qualità delle esche disponibili per le ditte di derattizzazione,le quali avranno un’arma in piu’ da poter utilizzare nell’ottica di un Pest Management moderno ed efficiente.

Ricordiamo che l’uso delle esche virtuali sintetiche è un metodo valido anche per l’attrattività che hanno questi prodotti che possono essere usati quindi anche come coadiuvanti nelle operazioni di trappolaggio.

Nota: l’esca virtuale utilizzata ha dimostrato di mantenere la fragranza e l’aroma per molti mesi, anche in condizioni di umidità critiche.

Silvio Bianchini Tecnico Operatore

romani_disinfestazioni_silvio_bianchini

 

 

 

Rosi Norman

rosi_norman

 

 

 

linkedin

 

 

Romani Disinfestazioni Srl LUCCA Tel 0583-955344 Cell 337-1238029
Controllo Qualità

 

 

PS Queste prove non sono state condotte secondo procedure o test scientifici ma hanno il solo scopo di condividere le nostre valutazioni positive sull’uso di questi prodotti e confrontarci con analoghe esperienze di altre ditte del settore.

Autocontrollo trappole elettroniche roditori

Autocontrollo e monitoraggio con le trappole elettroniche per roditori

Le Industrie Alimentari che adottano una gestione del monitoraggio interno (autocontrollo) delle trappole per roditori al fine di segnalare tempestivamente eventuali catture salutano favorevolmente l’introduzione delle trappole elettroniche che agevolano non poco il lavoro del responsabile interno incaricato  di questo compito.

Il giro di ispezione che il responsabile interno esegue a cadenza settimanale serve a mantenere una sorveglianza sul monitoraggio roditori negli intervalli che intercorrono tra un servizio di monitoraggio infestanti eseguito dalla ditta esterna e l’altro,in genere a cadenza di 15-30 giorni.

Alcune di queste trappole elettroniche hanno un sistema di alert che puo’ sfruttare un segnale luminoso (led rosso collegato alla trappola tramite un ricettore/satellite  come questa:Autocontrollo

 

Altre invece  possono segnalare la cattura tramite un messaggio sms sul telefono cellulare del referente interno all’Azienda ed il referente della ditta di Disinfestazione:

Autocontrollo
Sensore e satellite per avviso SMS

Questo dispositivo infatti attiva un sistema di avviso automatico attraverso una centralina  dotata di scheda telefonica GSM per l’invio di un messaggio SMS ad un numero preimpostato e in questo modo si attiva immediatamente un operatore per la bonifica delle trappole.

Autocontrollo
Centralina elettronica per invio Sms

 

Attualmente in molte realtà aziendali sono state adottate le trappole multicattura con finestra trasparente ma con questi nuovi dispositivi è oggi possibile cambiare le normali abitudini lavorative.Leggi il nostro post del gennaio 2015

Infatti il tempo a disposizione è sempre piu’ ridotto,gli standard sempre piu’ elevati ed il personale deve potersi dedicare alle mansioni produttive: diventa quindi  indispensabile poter sfruttare queste nuove tecnologie per risparmiare tempo e diminuire i rischi connessi a catture non tempestivamente segnalate.

Il costo di questi dispositivi è davvero competitivo e volendo procedere per gradi  è possibile attivarli partendo dai reparti piu’ sensibili per estenderlo nel tempo a tutte le aree dello stabilimento.

Chiama Romani Disinfestazioni Srl e provvederemo ad eseguire un sopralluogo nella Tua Azienda Alimentare per verificare insieme come sia possibile attivare questo servizio al minor costo ed alla massima efficacia.

Norman_Rosi
Norman Rosi CQ Romani Disinfestazioni Srl Lucca

 

 

 

 

 

 

 

Per metterti in contatto con me

clicca l’immagine o

Telefona al numero 0583-955344

Sognare topi significato e interpretazioni

Sognare topi cosa significa?

La gente abbastanza spesso sognano topi. I topi possono rappresentare una varietà di cose diverse nella nostra vita, a seconda delle situazioni del tuo sogno.

Determinare il significato per il tuo sogno non è un compito semplice. Per esempio, hai sognato di inseguire un topo o un ratto ti ha morso? Nel tuo sogno, avevi paura del ratto o  vi stava aiutando in qualche modo?

Le risposte a queste domande vi aiuteranno a determinare significato del tuo sogno.

 

Cosa rappresentano i sogni con i topi?

Il significato del tuo sogno potrebbe dipendere da come vedete i topi nella vostra vita. Come vi fanno sentire? Non ti terrorizzano o pensi che sono carini?  Molti vedono questi roditori come fastidiosi parassiti. Alcune persone temono ratti, mentre altri appena li odiano e altri ancora li hanno come animali domestici, in questo modo ti consigliamo di prendere in considerazione i propri sentimenti su ratti quando interpretate il vostro sogno.

Altre cose da considerare: Un ratto potrebbe anche rappresentare una spia o un ladro. I ratti portano una varietà di malattie ( è ampiamente creduto che siano stati il focolaio di peste bubbonica diffusa dalle pulci che vivevano su di loro).

Tuttavia, i ratti sono anche sopravvissuti che sembrano prosperare in condizioni difficili.

Significati e scenari

Per secoli, il ratto esistite in tutto il mondo. Si tratta di un animale che è conosciuto in tutto il mondo, e significa cose diverse nelle diverse culture.

Mordere, masticare, o rosicchiare: questo sogno può suggerire che qualcuno o qualcosa sta consumando o rosicchia qualcosa via da voi. Questo potrebbe riguardare chiunque o qualsiasi cosa che dà fastidio. Invece se si è morsi da un topo nel vostro sogno, potrebbe essere un avvertimento che si dovrebbe stare attenti dell’ambiente circostante. Questo tipo di sogno può simboleggiare che qualcuno vicino a voi ti tradirà. Potrebbe essere qualsiasi persona significativa nella tua vita, ma è possibile che possa essere qualcuno che non si conosce. In questo sogno, tu sei il bersaglio.

Il topo può anche simboleggiare una spia o un informatore: può puntare a comportamenti non etici da parte vostra o da parte di un altro. È possibile che il vostro sogno ritrae un tradimento o l’inganno. Un ratto è spesso descritto come un ladro o qualcuno che non ci si può fidare. Il vostro sogno potrebbe essere un avvertimento che qualcuno sta cercando di tradirvi o potrebbe rappresentare la vostra paura di essere traditi. Si consiglia di tenere gli occhi aperti. Oppure, il vostro sogno può star suggerendo che tu sei quello di cui non ci si può fidare.

Un topo morto: Se si vede un topo morto nel vostro sogno, questo potrebbe simboleggiare che le vostre emozioni potrebbero essere compromesse. Questo tipo di sogno punta a emozioni incontrollate di timori verso una certa situazione nella vostra vita. Sognando topi morti può anche rappresentare la fine di qualcosa nella vostra vita, come ad esempio un rapporto di amicizia, relazione, lavoro, o una fase della vita. Invece se si uccide un topo nel vostro sogno, questo può simboleggiare che sarete vittoriosi sui vostri nemici. Se c’è una persona che vi ha tradito, avrete l’ultima parola.

Inseguire (o di essere inseguito da) un topo: Questo può significare che i litigi vi deprimeranno. Questo sogno può riferirsi a litigi di qualsiasi tipo. Il vostro sogno vi avverte di tenere alta la guardia. Questo è un classico segno di tradimento da parte di qualcuno vicino a voi. Ricordate che il topo può essere un simbolo di slealtà, falsità, tradimenti, sensi di colpa, l’invidia, l’impotenza e  dubbio. Il tuo sogno di inseguire o essere inseguiti da un topo potrebbe puntare a una qualsiasi di queste emozioni.

Se siete in grado, è importante cercare di ricordare ogni aspetto del vostro sogno. Cercate di ricordare come vi siete sentiti quando avete visto il topo. Eri felice, triste, ansioso, timoroso, o terrore? L’emozione si sentiva nel tuo sogno può darvi un indizio di ciò che il sogno rappresenta.

Sognando ratti può anche simboleggiare la malattia. In molti casi, voi o qualcuno che conosci potrebbe avere una malattia. Questo sogno non è una previsione del futuro, ma piuttosto un riflesso delle paure.

Sognare topi significato

Il colore del ratto nel tuo sogno potrebbe essere significativo. Se fosse un topo bianco, questo può simboleggiare superare tempi difficili: Si passerà attraverso situazioni difficili, ma prevarrete. Se sognate un ratto nero, questo potrebbe suggerire che verrete ingannati o traditi. (paradossalmente in alcune culture è ritenuto che il ratto nero è un segno di buona fortuna in amore e il matrimonio.) Se si sognato un ratto marrone, questo può rappresentare malattia. Esaminate le vostre associazioni del colore del ratto di decifrare il significato del sogno.

Sognare topi può anche suggerire che abbiamo paura di non essere accettati. Proprio come il topo è detestato, si può avere paura che verremo emarginati.

Ricordate, non tutti i sogni con topi sono negativi, possono anche rappresentare la perseveranza attraverso tempi difficili.

 

Le esche virtuali: il gel Provoke

Il Provoke: l’industria è ogni giorno al lavoro per mettere a punto le esche virtuali che siano sempre più appetitose e possano attirare i roditori senza bisogno di ricorrere a rodenticidi.

le esche virtuali provoke mouse rats roditori

 

 

 

 

 

Formulate in gel in modo da poterle spalmare o distribuire in gocce e devono essere preparate con cibi che siano di gradimento per i roditori e che non inducano diffidenze di sorta, i gel prodotti dalla Bell Laboratories si chiamano Provoke e sono stati concepiti in due diversi formulati,uno per i topi ed uno per i ratti con il giusto equilibrio di grassi,proteine,carboidrati ed aromi.
Il gel Provoke è particolarmente indicato per attirare ratti e topi nelle trappole a cattura queste esche in gel hanno una composizione basata su sostanze alimentari ipoallergeniche.

Utilizzabili nelle trappole a scatto al posto di altre tipologie di esche che non essendo derivate da processi industriali potrebbero deperire,ammuffire,marcire ecc.
Il fatto che questi gel siano ipoallergici è inoltre importante per poterle utilizzare in trappole o dispositivi che siano in prossimità di aziende alimentari che solitamente debbono sottostare a particolari restrizioni per la gestione degli allergeni:in questi casi i gel Provoke possono essere utilizzati per usi temporanei o per monitoraggi straordinari al fine di massimizzare la capacità attrattiva all’interno dei dispositivi di cattura.

Norman_Rosi
Norman Rosi CQ Romani Disinfestazioni Srl Lucca

 

 

 

 

 

 

 

 

Per metterti in contatto con me clicca l’immagine o Telefona al numero 0583-955344

Cimice verde:ci risiamo!

Cimice verde
Come di consueto con l’arrivo dell’autunno si moltiplicano le segnalazioni di cimice verde ( palomena prasina ) che vanno cercando riparo all’interno dello spazio tra porte e persiane, finestre e canne fumarie od altre fessure che possano risultare loro utili per proteggersi dall’imminente freddo autunnale.

Per i Clienti che abbiano particolari invasioni o siano infastiditi da queste “intrusioni” in questi casi è possibile utilizzare prodotti insetticidi o repellenti da applicare sulle cornici delle finestre che si vogliono proteggere, potendo così avere risultati apprezzabili e diminuire la probabilità che questi insetti entrino dentro gli appartamenti.

Un rimedio naturale citato anche nella nostra rubrica di Disinfestazione Naturale:

Spray all’aglio contro le cimici verdi

In questo periodo stagionale è frequente trovare le cimici verdi all’interno di fessure e negli spazi tra finestre e persiane ove cercano rifugio dai primi abbassamenti delle temperature.
Innocue  e senza conseguenze  igienico-sanitarie le cimici hanno la caratteristica di emettere un tipico odore se disturbate o schiacciate.

Preparate una lozione da spruzzare nebulizzando sui punti di passaggio e stazionamento il liquido ottenuto da 250 ml di acqua e 10-15 gr di aglio ridotto in crema finissima da diluire in modo da ottenere una soluzione omogenea.

 

Distribuzione e habitat
È una specie comune in gran parte dell’Europa . In Italia è presente in tutta la penisola e nelle isole maggiori.
Si rinviene su diversi tipi di piante erbacee, arbusti ed alberi, con una spiccata predilezione per Corylus spp. e Quercus spp.

Biologia
Come gran parte delle cimici, se disturbata emette sostanze maleodoranti, secrete da ghiandole poste sul torace.
La femmina depone le uova in piccoli ammassi dalla caratteristica forma esagonale. Dalle uova fuoriescono ninfe dall’aspetto grossolanamente somigliante a quello dell’adulto, eccezion fatta per l’assenza di ali (emimetabolia). Le ninfe passano attraverso 5 stadi pre-immaginali, nell’ultimo dei quali compare un abbozzo di ali.

Danni causati
La cimice verde è molto dannosa per diverse specie di piante erbacee e alberi. Con le sue punture, infatti, causa la morte delle gemme fiorali e il deperimento della pianta che diventa giallastra. Il danno si manifesta sulle foglie e sui frutti ed è causato dalle punture di nutrizione di tutte le forme mobili del fitofago. Le foglie presentano necrosi localizzate e disseccamenti. Sui frutti le punture dell’insetto causano tipiche punteggiature clorotiche che successivamente si necrotizzano. I frutti attaccati dalle cimici assumono uno sgradevole sapore e non possono essere commercializzati. Indirettamente la cimice può trasmettere, attraverso le ferite lasciate dagli stiletti boccali, alcune malattie secondarie, come la batteriosi.

 

Fonte: Wikipedia

Uso di esche avvelenate e virtuali nelle Aziende Alimentari: le novità del Pest Control 2015

Nara Bloc esche avvelenate virtuale sintetica romani disinfestazioni luccaEsche virtuali e tossiche per roditori nei servizi di monitoraggio

Nei servizi che eroghiamo per le aziende alimentari ormai da molti anni è consuetudine di non utilizzare esche rodenticide contenetenti principi attivi anticoagulanti anche se inserite all’interno di erogatori di sicurezza.
Per erogatore di sicurezza si intende una speciale stazione di foraggiamento che deve possedere specifici requistiti, e tra gli altri in particolare di poter consentire il blocco dell’esca all’interno di un supporto inamovibile e poter essere fissata a parete o a sostegni al fine di bloccare e rendere univoca la postazione anche per l’individuazione della stessa su planimetria.
Questa prassi è stata adottata andando oltre quello che era un quadro normativo dove non veniva espressamente indicato un divieto circa l’utilizzo di queste sostanze.

La novità dell’ultima revisione 7 di gennaio 2015 degli standard BRC prevederebbe al punto 4.14.5 di poter usare anche esche rodenticide in condizioni di sicurezza ed in caso di infestazione conclamata ma solo e unicamente all’interno di aree produttive o di stoccaggio ove non siano presenti prodotti aperti,lasciando intendere che quindi ne sarebbe possibile l’utilizzo in aree con prodotti confezionati e chiusi.
Da molti anni le ditte di Pest Control hanno affinato sistemi per il monitoraggio ed il controllo dei roditori senza l’utilizzo di esche avvelenate (rodenticide) per cui molti intendono proseguire su questa strada,privilegiando il principio secondo il quale non si debba andare ad aumentare il carico di sostanze chimiche all’interno di una struttura ove si lavorano alimenti.

Questo potrebbe valere in certi casi addirittura anche per le esche virtuali,ossia esche placebo non tossiche utilizzate solo ed esclusivamente per il monitoraggio ma che in particolari condizioni potrebbero risentire dell’attacco di muffe ed insetti e per cui potrebbe essere interessante valutarne la sostituzione con esche di monitoraggio sintetiche, esenti inoltre da contenuti di sostanze allergeni.
Chiedici maggiori informazioni telefonando al numero 0583-955344 e scoprirai quanto di più avanzato oggi la tecnologia mette a nostra disposizione per eseguire servizi in assoluta sicurezza.

Rosi Norman RCQ Romani Disinfestazioni Srl

Non ti perdere i nuovi articoli:inserisci la tua e-mail

Scarica le guide pratiche e le antiche ricette della disinfestazione cliccando Download

Non-toxic and toxic bait for rodents

In the services that we provide for food companies for many years now it is customary not to use rodenticides containing active anticoagulant even if included within operating safety.
For dispenser security refers to a special foraging station must possess specific Regulatory Requirements, and among others in particular to be able block  the bait inside an irremovable support and can be fixed to the wall or support in order to make the unique position and also  the identification of the same plan.
This practice was adopted going over what was a regulatory framework which was not specifically mentioned a ban on the use of these substances.
The news of the latest revision January 7, 2015 to provide for BRC point 4.14.5 can also use rodenticide baits in safety and in case of full-blown infestation but only and exclusively in the production areas or storage when no products are open, implying that it would be possible to use in areas with products packaged and sealed.
For many years firms we have honed Pest Control systems for monitoring and control of rodents without the use of poisoned baits (rodenticide) that many intend to continue on this path, giving priority to the principle that we should not go to increase the chemical load within a structure when working with aliments. This could work in certain cases even also for virtual baiting, ie non-toxic bait placebo used only and exclusively for monitoring but that under particular conditions may be affected by the attack of mold and insects and so it could be interesting to assess the replacement bait monitoring synthetic, free also from the content of allergenic substances.
Ask for more information by calling 0583-955344, and see the most advanced technology today puts at our disposal to perform services in absolute security.

Rosi Norman QCR Romani Pest Control Srl

I tafani o mosche cavalline come fare

tafano
I Tafani o mosche cavalline sono ditteri della famiglia Tabanidae.

Aspetto:

Il loro aspetto è molto simile alle mosche comuni ma a differenza di loro sono principalmente di colore marrone, con grandi occhi generalmente sul verde brillante e piccole antenne.

Abitudini e dieta:

La loro presenza è molto fastidiosa per la loro abitudine ematofaga nelle femmine che se presenti in grandi quantità ,soprattutto in attività agricole, possono risultare in conseguenti implicazioni igienico-sanitarie anche per il fatto che non disdegnano l’essere umano. La controparte maschile si nutre solamente di polline e nettare nonostante la struttura della bocca sia poco più debole di quella femminile.

La loro puntura a differenza della zanzara è abbastanza dolorosa per il motivo che non utilizzano un proboscide ma hanno mandibole che lacerano la carne della loro vittima per estrarne il sangue.

Analogamente agli altri insetti ematofagi come le zanzare i tafani femmina utilizzano segnali sia chimici che visivi per individuare le vittime. L’anidride carbonica espulsa dagli animali a sangue caldo fornisce un segnale a lungo raggio per attirare le mosche a distanza, mentre i segnali visivi come il movimento, dimensione, forma e i colori scuri per le distanze più brevi.

Riproduzione:

I tafani femmina devono consumare un pasto di sangue al fine di produrre le uova. Una femmina può deporre da 100-800 uova all’anno.

I tafani hanno da 6 a 13 stadi larvali, a seconda della specie. Lo stadio larvale finale avviene a fine invero e poi entra nella fase di pupa in primavera. Lo stadio di pupa dura circa da 1 a 3 settimane dopo che gli adulti emergono nella tarda primavera o all’inizio dell’estate. Le femmine fertili deporranno le uova sulla parte inferiore delle foglie, e in circa 2-3 giorni le larve schiudono e cadono dalla foglia. La maggior parte delle specie di mosche cavalline hanno una sola generazione all’anno, ma alcune specie possono richiedere fino a 2-3 anni per completare il loro sviluppo.

Lotta e disinfestazione:

La lotta non è facile,essendo una specie che si riproduce in ambienti umidi e ricchi d’acqua come il sottobosco, per cui rimangono possibili solo i trattamenti adulticidi,non sempre efficaci o l’uso di trappole che simulando la figura di un bovino o di un cavallo attirano i tafani all’interno di contenitori dai quali non possono più riuscire.

Chiedici maggiori informazioni sui trattamenti insetticidi o su come comprare queste trappole,la loro efficacia e il costo.

Pulci in casa come fare

pulci in casa
Sono insetti che si cibano di sangue,senza ali i cui adulti necessitano del pasto di sangue dell’ospite per attuare la riproduzione.
Le pulci con cui l’uomo viene più diffusamente in contatto sono la pulce del gatto (Ctenocephalides felis) e la pulce del cane (Ctenocephalides canis).
Gli eventuali animali infestati devono essere sottoposti a trattamenti con insetticidi per uso veterinario. L’ambiente deve essere reso non idoneo all’insediamento di animali selvatici che possono essere portatori di pulci.
Nell’esecuzione di una disinfestazione contro le pulci è importante ricordare che le pulci adulte visibili rappresentano una piccola parte dell’intera popolazione presente nell’area infestata.
La maggior parte dell’infestazione è infatti presente allo stadio di uova, larve e pupe.

Le pulci sono i parassiti più comuni che si trovano sui cani, in realtà è quasi impossibile per un cane di non essere infestato da pulci ad un certo punto nel corso della sua vita. Ogni femmina depone fino a 50 uova al giorno che cadono successivamente in terra di modo che lo sviluppo della prossima generazione di pulci avverrà poi in casa, in auto o qualsiasi altro luogo a cui il cane ha accesso. È molto importante ricordare questo quando avvera il trattamento  antipulci, in quanto queste aree dovranno essere trattate a loro volta. Alcuni animali non mostrano alcun segno sulla pelle evidente, mentre altri possono sviluppare gravi irritazioni, la perdita del pelo e pelle infiammata o infetta a seconda della sensibilità del singolo animale.

Per un rapido controllo delle pulci adulte presenti al momento dell’intervento è importante che il formulato insetticida venga efficacemente distribuito nell’area infestata. Pertanto oltre alla tradizionale applicazione a livello di pavimento effettuata con le pompe a bassa pressione, può essere molto utile eseguire nell’area infestata una fine dispersione dell’insetticida mediante un nebulizzatore elettrico, un formulato fumogeno o una apparecchiatura termonebbiogena.

 

Un successo il corso per Alimentaristi sul monitoraggio infestanti

corso per alimentaristiUn successo il corso per Alimentaristi sulla prevenzione dalle infestazioni tenutosi a maggio a Lucca.
Abbiamo in programma a settembre di ripetere questo appuntamento, di sicuro interesse per le aziende alimentari al fine di informare e sensibilizzare il personale sul rischio da contaminazione da insetti e roditori per cui non esitate a contattarci e prenotare il Vs posto perché il numero dei partecipanti è limitato.
Per le aziende certificate BRC/IFS: possiamo recarci presso Vs sede per questo breve incontro formativo della durata variabile dai 90 ai 120 minuti a seconda delle Vs esigenze.

 

Telefona al numero 0583-955344 e chiedi di Rosi Norman che è il referente per questo specifico ambito.

Anticoagulanti nella lotta murina e derattizzazione

anticoagulanti Rodenticidi
La tabella per le DL 50 dei diversi principi attivi

Le esche rodenticide utilizzate nel servizio di derattizzazione sono prodotti definiti “anticoagulanti” ed hanno rappresentato la svolta fondamentale nella lotta murina nel secondo dopoguerra.La ragione del loro successo stà in diversi fattori,tra i quali possiamo citare il ritardo del meccanismo di azione che non genera diffidenza nei roditori,l’assenza di sapori e odori particolari,le basse dosi delle formulazioni,l’esistenza di un antidoto specifico che ne neutralizza gli effetti se somministrato nei tempi dovuti. Gli anticoagulanti appartengono alla famiglia chimica delle Cumarine.
La loro azione si esplica a livello del fegato,agendo come antagonisti della vitamina K e interferendo con la sintesi dei fattori della coagulazione del sangue.
Agisce quindi provocando emorragie interne in tutte le specie animali a sangue caldo e non ha effetti su rettili,insetti,lumache ecc.
La loro azione inizia almeno dopo 3 giorni dall’ingestione e può essere ritardata se l’animale assume in contemporanea alimenti epato-protettori.I tempi di azione dipendono inoltre dalla quantità di esca ingerita in rapporto al peso del roditore e dal tipo di principio attivo,la cui DL 50 può variare anche in maniera significativa,crescendo a partire dal p.a. Bromadiolone per passare al Difenacoum e al Brodifacoum. L’appetibilità è invece inversamente proporzionale alla tossicità dell’esca.
Gli anticoagulanti se assunti in dosi non letali vengono smaltiti dai roditori con gli escrementi e le urine.

Buone Feste con la nuova APP Android per riconoscere gli insetti

app android per riconoscere gli insetti

Romani Disinfestazioni Vi augura di cuore Buon Natale ed un felice 2015.
I numeri “Social” che accompagnano la nostra attività parlano chiaro:oltre 450,000 mila visite al canale video Youtube,100,000 clic al nostro sito aziendale molto visitato da parte delle Aziende Alimentari ma anche dai privati che cercano un consiglio per disinfestare naturalmente,passando per Facebook con migliaia di post visualizzati e Twitter dove i nostri follower sono sparsi per 3 continenti.
La rubrica “C’era una volta….Le antiche ricette per disinfestare naturalmente” ha tanto successo che è stata pubblicata una raccolta acquistabile su il mio libro e la feltrinelli ed è disponibile gratuitamente in formato PDF per i nostri utenti iscritti alla Newsletter.
Le richieste di informazioni poi sono spesso dedicate ai riconoscimenti di insetti più o meno strani ai quali rispondiamo volentieri ed è per questo che abbiamo concepito questa applicazione Android.
NOTA LUGLIO 2017: LA APP E’ STATA SOSPESA IN ATTESA DELLA NUOVA VERSIONE

Un piccolo omaggio per i nostri Clienti

TRANSONIC piccolo omaggio
Gentile Cliente,da oggi in omaggio per Lei un apparecchio scacciatopi ad ultrasuoni per ogni contratto per servizi di monitoraggio infestanti siglato o per lavori di dissuasione volatili e servizi antitarlo.
L’apparecchio Le potrà essere consegnato dai nostri tecnici oppure può ritirarlo presso la nostra sede di Via dei Bichi,150/c a Lucca.
Nota:l’immagine è a titolo di esempio sia per il tipo di apparecchio che per il modello.

La vista nei roditori

vista nei roditoriContrariamente a quanto si pensi la vista nei roditori non è molto sviluppata.

 
Di abitudini perlopiù notturne si muovono pero’ al buio con agevolezza,memorizzando percorsi e luoghi che poi percorrono ad occhi chiusi.Ma come fanno?Utilizzando gli altri sensi a loro disposizione riescono a ricordare tramite odori,sensazioni tattili e udito.Anche per questo motivo urinano e defecano continuamente nel loro incedere,al fine di tracciare i percorsi,sullo stile di un filo di Arianna riescono così a ripercorrere a ritroso le strade battute.Questo meccanismo si avvicina al fenomeno della “Sinestesia”,ed invitiamo i lettori ad approfondire questo interessante argomento.

I nostri tecnici sono dotati di speciali torce che al buio riescono ad evidenziare i percorsi dei topi per risalire al luogo della tana o degli ambienti più frequentati,contattateci al numero 0583-955344 per maggiori informazioni.

A pest control company in Tuscany

pest control company in Tuscany

 

Romani is a pest control company operating in Lucca (Tuscany) and in nearby cities.Based on more than twenty years experience of working with environmental health Romani designs and manufactures equipment to deter pigeons on historic buildings, modern systems to exterminate wood worms, and pest control with low environmental impact.
Certified in ISO 9001 and with a young staff under continuously training, Romani is the reliable partner for any company contributing to health and hygiene safety in every part of the supply chain, always with total respect for the environment.
Romani: certified quality for your business.

Come fare per….la blattella germanica

blattella germanica

Molto diffusa la presenza di blattella germanica è quasi sempre dovuta al trasferimento di merce contaminata o con insetti adulti o con ooteche depositate nei cartoni,tra le cassette,tra le confezioni di alimenti.Non è indice di scarsa igiene in quanto le blatte non hanno bisogno di grandi quantità di cibo per vivere e riprodursi.Hanno invece bisogno di calore e umidità e per questo frequentemente le riscontriamo intorno ai motori dei gruppi frigo,in prossimità delle caldaie,generatori di vapore,centrali termiche ecc.

C’era una volta…..

C’era una volta…le antiche ricette della disinfestazione

E’ una sezione dedicata a tutti quei metodi popolari utilizzati per lungo tempo e che, in taluni casi, si rivelano validi ancora oggi.
In tanti anni di lavoro nel settore della disinfestazione abbiamo annotato i racconti dei Clienti che ci illustravano questi metodi che loro stessi avevano visto usare dai propri padri e dai loro nonni.
Quando non esistevano prodotti chimici e l’industria non sfornava di continuo nuove ricette per disinfestare solo l’ingegno e la fantasia erano le uniche armi a disposizione per cercare di difendersi dalle fastidiose  presenze di parassiti nelle proprie case,nelle capanne,nei pollai, negli orti.

Gradiremmo un Tuo commento e magari una segnalazione circa altre “strane” tecniche della nostra tradizione popolare, perlopiu’ sconosciute, forse inefficaci ma che sarebbe un peccato perdere;descrivila brevemente ed aiutaci ad arricchire questo vero e proprio “Museo” della disinfestazione.
Nota della Redazione: alcuni dei consigli o delle ricette seguenti prevedono l’utilizzo di sostanze oggi divenute non commerciabili o definite pericolose per la manipolazione e l’utilizzo,specie in presenza di animali domestici e bambini, per cui si raccomanda di prendere il testo che segue a solo titolo divulgativo e di curiosità.Alcune specie infestanti possono essere vettori di patologie verso l’uomo e gli animali per cui si consiglia di rivolgersi ad un disinfestatore professionista che vi sappia consigliare per una veloce risoluzione dell’infestazione in atto.

Pagina originale con tutte le ricette della disinfestazione naturale

Per festeggiare gli 80,000 visitatori della nostra rubrica “C’era una volta….le antiche ricette per disinfestare naturalmente” siamo lieti di poter offrire la pubblicazione in formato PDF.

 
C'era una volta

 

 

 

 

Per vedere invece  la versione originale cliccare l’immagine qui sotto.
disinfestare

 


Sondaggio qualità

Sondaggio qualitàSondaggio qualità di 5 domande per aiutarci a comprendere meglio quali siano le esigenze della nostra Clientela e poter fornire servizi sempre migliori.Solo un minuto del Suo tempo e se vuole iscriversi alla newsletter.
Nella sezione MANUALI potrà inoltre scaricare gratuitamente in formato PDF la pubblicazione che riguarda le antiche ricette per disinfestare naturalmente.
Accedi al modulo

Come fare per….la Disinfezione

disinfezione come fare

La Disinfezione è un operazione avente lo scopo di abbattere la carica microbica,costituita da batteri,virus ed altri microrganismi patogeni.
Attualmente sono disponibili diverse tecnologie che portano alla disinfezione di un ambiente,non solo costituite da metodi chimici,come per esempio prodotti a base di cloro o sale di ammonio quaternario,ma anche da metodi fisici come l’uso del calore.
Qualora non vi sia stato una diagnosi medica si consiglia di effettuare dei prelievi o tamponi ambientali per appurare il tipo di microrganismo da abbattere.Questo servizio lo deve effettuare un laboratorio di analisi biologiche.
Romani Disinfestazioni Srl e’ attrezzata per far eseguire questi servizi e esegue direttamente interventi di disinfezione sia a mezzo di disinfettanti liquidi che fumiganti.
I disinfettanti liquidi esplicano la loro azione sulle superfici con le quali viene a contatto.
I fumiganti hanno il pregio di raggiungere parti nascoste e sono da applicare a completamento di un intervento con disinfettante liquido,se l’ambiente è sigillabile ovviamente.Possono essere utilizzati inoltre per disinfezioni profonde come quelle da effettuarsi per esempio in un appartamento ove vi sia stato un decesso,a causa di malattia infettiva o no.Le aree trattate vanno tenute chiuse per diverse ore, a seconda del prodotto e delle tecniche utilizzate.La disinfezione ha una maggiore capacità penetrativa se viene applicata su un ambiente già pulito e deterso,in ogni caso è possibile effettuarla sia prima che dopo le pulizie del caso.
Casi che possono rendere necessaria una disinfezione:
– decesso a seguito di malattia infettiva
– decesso per cause violente e dispersione di materiale biologico
– decessi con fenomeni di decomposizione
– aree in cui ha soggiornato una persona con malattia infettiva.
– appartamento con presenza di alimenti e materiale organico abbandonati
– aree infestate da animali domestici e non (es.cantine con colonie di felini)

How to Disinfect

Disinfection is an operation whose purpose is to break down the microbial load, consisting of bacteria, viruses and other pathogens.
Currently there are different technologies that lead to disinfection of an environment, not only constituted by chemical methods, such as products based on chlorine or quaternary ammonium salt, but also by physical methods such as the use of heat.
If there was a medical diagnosis you should make withdrawals or environmental swabs to determine the type of organism abbattere.Questo the service must make a biological laboratory.
Romani Pest Control Srl and ‘equipped to perform these services and makes direct interventions disinfection either by means of disinfectant liquid fumigants.

The liquid disinfectants exert their action on the surfaces with which it comes in contact.

The fumigants have the quality to reach hidden parts and are to be applied to completion of an intervention with liquid disinfectant, if the environment is sealable ovviamente.Possono also be used for disinfection deep as those carried out for example in an apartment where there has been one death due to infectious disease or no.Le treated areas are kept closed for several hours, depending on the product and techniques utilizzate.

The disinfection has a greater penetrating capacity if it is applied on an environment already cleaned and cleansed, in each case and ‘possible to effect both before and after the cleaning of the case.

Cases which may require disinfection:
– Death due to infectious disease
– Death from violent causes and dispersion of biological material
– Deaths with decomposition phenomena
– Areas where they have a person with infectious disease.
– Apartment with the presence of food and organic material abandoned
– Areas infested pets and not (es.cellars with colonies of cats)

Repellenti a prova di mamma

Esiste unrepellenti a prova di mammaa linea di prodotti repellenti a prova di mamma tutta naturale per tenere lontani insetti,aracnidi e rettili dai fabbricati e dalle vostre abitazioni,specialmente indicata se operiamo in ambienti in cui vi siano donne in stato interessante,bambini,persone con patologie o animali domestici.

 

 

 
In formato liquido (o polverulento in taluni casi) questi prodotti hanno lo scopo di creare una barriera repellente per gli insetti,gli aracnidi molesti ed i rettili.
Qualora l´infestazione sia già in corso occorre valutare insieme al disinfestatore quale sia la migliore soluzione,sia dal punto di vista dell’efficacia che dei tempi di risoluzione,sopratutto in considerazione del fatto che talune specie infestanti sono vettori di patologie anche gravi per cui potrebbe ritenersi opportuno eseguire una disinfestazione mirata avendo l’accortezza di tenere lontani per qualche giorno i soggetti più sensibili e consentire al contempo una veloce risoluzione del problema.
Per i roditori ancora oggi non sempre e´possibile applicare tecniche,attrezzature e prodotti che immediatamente garantiscano l’allontanamento di questi infestanti,per cui considerando il fatto che possono essere vettori di malattie la loro presenza e´incompatibile con le normali attività di un’azienda o in una casa abitata.