tecnici_romani

In questo periodo il rischio dato dalla presenza degli infestanti nelle case e nelle aziende è molto alto. Per questo motivo siamo impegnati tutti i giorni sul campo per garantire interventi rapidi ed efficaci che riducano al massimo il rischio di  contaminazione da parte di insetti e topi nelle Aziende Alimentari e cerchiamo anche di tutelare i nostri Clienti dal pericolo igienico sanitario che puo’ essere provocato da  punture da vespe,zanzare,cimici dei letti od altre specie che possono arrecare danni anche gravi alla salute delle persone. Per esempio è proprio di questi giorni la notizia di alcuni casi di West Nile Virus in Veneto e laLeggi altro →

dep-termigard

Il sistema TERMIGARD® Il sistema TERMIGARD® vanta centinaia di trattamenti in oltre un decennio con risultati straordinari, sia in edifici pubblici che privati. Il successo è dovuto alla combinazione tra l’elevata efficacia del Diflubenzuron e l’appetibilità della cellulosa utilizzata nelle esche a base di alfa-cellulosa. Il principio attivo (Diflubenzuron) infatti è riconosciuto a livello internazionale per la sua efficacia nel controllo delle termiti ed è stato incluso nel Regolamento Biocidi. Comportamento delle termiti Le termiti vivono sottoterra in condizioni di umidità ottimali, dove costruiscono colonie strutturalmente molto complesse delle dimensioni in certi casi di qualche centinaio di metri quadri. Possono invadere le aree urbane, e gliLeggi altro →

erogatore rotto

Un problema antico e spesso sottovalutato, che tutti noi disinfestatori dobbiamo affrontare quotidianamente in maniera propositiva. Non dobbiamo quindi limitarci a rilevare la rottura del dispositivo durante il monitoraggio e reintegrare la postazione per rendere di nuovo conforme il servizio: anche se questa è sicuramente la prima operazione da compiere dobbiamo andare oltre. Infatti presso i Clienti ed in particolare nelle Aziende Alimentari questo problema puo’ generare criticità per le Aziende di Disinfestazione, qualora venisse riscontrata una gestione non razionale e responsabile della questione. Cominciamo a considerare i risvolti piu’ importanti legati alla rottura dei dispositivi: Danno dovuto al mancato dato di monitoraggio nel periodoLeggi altro →

Disinfestazione 4.0

Si svolgerà a Roma il 21 e 22 marzo 2018 presso l’Auditorium Antonianum (via Manzoni, 1) la X Conferenza Internazionale sulla disinfestazione sul tema: “Disinfestazione 4.0: raccogliere la sfida”. L’evento annuale promosso da ANID vede il sostegno dei Fornitori associati (PestNet,Arysta,Bayer, Colkim, Blueline,OSD,Ekommerce, Spray Team, Copyr, Inpest, India, Enthomos,Tifone, BASF,Newpharm, Martignani, Vebi,Orma,). Lo scenario globale nel quale anche le imprese della disinfestazione operano propone sfide che hanno nella competitività,nella produttività e nel rispetto dell’ambiente la chiave del successo sia delle imprese stesse che del settore nel suo complesso. Noi disinfestatori siamo coscienti delle sfide che il mercato nel quale operiamo ci impone e per questoLeggi altro →

rischio biologico

Nuove e serie riflessioni vengono imposte dalla normativa vigente in materia di uso delle esche rodenticide nei servizi di derattizzazione. Infatti dopo i limiti imposti in etichetta circa l’uso consentito non oltre le 5-6 settimane di questi prodotti, tra pochi giorni ossia dal 01 marzo 2018 entrerà in vigore una nuova loro classificazione. Il Regolamento (UE) 2016/1179 (IX ATP del CLP) pubblicato in data 20/07/2016 presenta una lista di sostanze per le quali è stata introdotta o modificata la classificazione. Le esche rodenticide a base di anticoagulanti, (ossia la gran parte dei rodenticidi oggi in commercio), sono comprese in questa lista di prodotti per iLeggi altro →

report

In una intervista ad uno dei fondatori del Motore di Ricerca piu’ famoso al mondo  alla domanda se il progetto Google fosse perfettibile disse che il loro obiettivo era quello di prevedere cosa desidera trovare un utente alla prima lettera che questi scrive nella barra di ricerca. Questo significa che questi potenti strumenti che oggi tutti noi utilizziamo sanno molte piu’ cose di noi di quanto possiamo immaginare, ma ci dice anche che l’analisi delle previsioni è la chiave che puo’ decretare  il successo o il fallimento di un progetto.   Figura 1 Esempio di come alla prima lettera scritta Google suggerisce alcune parole chiave proposte in base alleLeggi altro →

Lampada UVA

Tra i casi che più di frequente si verificano nell’industria alimentare è senza dubbio la contaminazione da insetti alati. Gli insetti alati sono quegli che maggiormente si rendono responsabili di questi episodi, con conseguenze molto serie sia per quanto riguarda la salubrità dell’alimento sia per quanto riguarda i danni di immagine per l’Industria Alimentare. La loro natura permette una elevata mobilità fuori e dentro l’Azienda ed occorre quindi adottare una moltitudine di accorgimenti al fine di limitare ed impedire l’accesso e la mobilità di questi insetti dentro le strutture. A titolo di esempio riportiamo la presenza di contromisure fisiche come le zanzariere, porte e finestre cheLeggi altro →

PRATICA_AGROALIMENTARE

Pratica AGROALIMENTARE Pubblicato un articolo a firma Almater Srl e Romani Disinfestazioni Srl L’Articolo Pubblicato sul numero 2 di settembre 2017 della rivista “ pratica AGROALIMENTARE ” un articolo sulle ultime novità in tema di pest control ed esche rodenticide a firma di Alfredo Gris di Almater Srl e di Norman Rosi AQ di Romani Disinfestazioni Srl. L’articolo sarà disponibile prossimamente su questo sito oppure immediatamente scaricabile accedendo al portale della rivista e sottoscrivendo l’abbonamento. Non è al momento disponibile nella versione DEMO della rivista,comunque visti gli interessanti temi trattati vi invitiamo comunque a scaricare dal portale. Per il momento possiamo anticipare che l’articolo focalizza gliLeggi altro →

Team Qualità

La Supervisione Ai fini di un servizio di monitoraggio e controllo infestanti pienamente efficiente è essenziale che il referente dell’Industria Alimentare che si interfaccia con la Ditta di Pest Management effettui una efficace supervisione del lavoro fatto da quest’ultima;in genere il referente è rappresentato da un membro o dal Responsabile del Team dell’Ufficio Qualità Per poter eseguire questo compito nel migliore dei modi occorre che il Responsabile dell’Industria Alimentare abbia dimestichezza con i dati raccolti durante le operazioni di monitoraggio effettuati dalla Ditta di Pest Management, ovvero che venga effettuata una valutazione veloce ma ragionata di questi dati, in genere costituiti da consumi di escheLeggi altro →

romani_disinfestazioni_silvio_bianchini

Premessa A fronte delle crescenti limitazioni nell’uso delle esche derattizzanti registrate negli ultimi anni molte aziende produttrici sono venute incontro alle esigenze del mercato ampliando i loro cataloghi con esche virtuali, dette anche “placebo” ossia con esche a base alimentare senza nessun tipo di principio attivo al loro interno. Attualmente l’uso delle esce virtuali è stato limitato agli spazi interni delle aziende alimentari, in quei luoghi sensibili dove l’uso delle esche rodenticide poneva dei rischi di contaminazione sia delle materie prime che del prodotto durante e dopo la lavorazione. Essendo composte da sostanze alimentari vere e proprie sono in genere molto appetite dai roditori maLeggi altro →

canaletta rotta

Gli scenari del Pest Management che si profilano all’orizzonte fanno presupporre che in futuro verrà dato sempre meno spazio agli interventi che prevedono l’utilizzo di prodotti chimici rispetto a tutte quelle pratiche di prevenzione e tecniche di monitoraggio che hanno rispettivamente lo scopo di ridurre al minimo il rischio di proliferazione ed intrusione degli infestanti, specie i roditori, e valutarne dal punto di vista qualitativo e quantitativo l’entità per effettuare interventi mirati e specifici. Compito del Cliente e del Tecnico Disinfestatore sarà quindi quello di individuare la presenza dei fattori di rischio esterni ed adottare quelle misure di Prevenzione iniziando innanzitutto a ridurre la disponibilitàLeggi altro →

confusione-sessuale

I Lepidotteri sono tra gli infestanti più comuni nelle Industrie alimentari dove si lavorano farine e derivati, in particolare Plodia i. ed Ephestia k. creano non pochi problemi per il rischio di contaminazione degli alimenti sia allo stadio larvale che adulto una volta che hanno completato il loro ciclo vitale. Perchè ci sono i Lepidotteri Il motivo principale stà nella tipologia produttiva che per sua natura facilita la presenza di farina che si accumula nei macchinari durante la lavorazione, andando a formare all’interno degli strati di farina dove questi insetti proliferano indisturbati protetti dai carter.I ritmi produttivi imposti dal mercato non consentono come una voltaLeggi altro →

pest_management

Pest Control and International Food Market Romani Disinfestazioni is a pest control company that works in Tuscany and other regions in the center/north Italy. Our technicians are ready to give you all the assistance you need for every kind of problem related with Pest Management in your company. We are organised also to fill up all the documents about the pest control services,specially if you export your food product in other countries like USA and UK. We are specialised to apply pest management services for food factories so We can prevent and control kinds of pest like,for example, rats and mice,ants,flies,mosquitos,spiders and bird control. TheLeggi altro →

MOCA

Il decreto Legislativo 10 febbraio 2017 n. 29 che entrerà in vigore il 2 agosto prossimo stabilisce la disciplina sanzionatoria per le Aziende che violeranno gli obblighi che normano i materiali e gli oggetti che possono venire a contatto con gli alimenti, i cosiddetti MOCA. L’elenco di questi materiali è vario e a titolo di esempio possiamo ricordare: Piatti Bicchieri Posate Bottiglie Coltelli da lavoro, Carte da incarto Pellicole Etichette Scatole della pizza Imballaggi L’elenco puo’ proseguire includendo tutti quei materiali ed oggetti che sono prodotti e concepiti per il contatto con Alimenti e Bevande. L’ambito di applicazione riguarda anche imballaggi attivi e intelligenti edLeggi altro →

Ordinanza

MINISTERO DELLA SALUTE ORDINANZA 21 giugno 2017 Proroga dell’ordinanza 13 giugno 2016, recante: «Norme sul divieto di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati». (17A04905) (GU Serie Generale n.164 del 15-07-2017) IL MINISTRO DELLA SALUTE Visto il testo unico delle leggi sanitarie approvato con regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265, e successive modificazioni; Visto il regolamento di polizia veterinaria approvato con decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, e successive modificazioni; Visto l’art. 32 della legge 23 dicembre 1978, n. 833, e successive modificazioni; Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157, recante «Norme per la protezione dellaLeggi altro →

norman

L’introduzione formale del concetto di Limite Critico nel settore del Pest Control risponde ad un preciso requisito previsto dal piano di Autocontrollo nell’ambito delle produzione alimentare in tutte le fasi della filiera. Anche per il Pest Control deve essere applicato il cosidetto “Schema HACCP”  che definisce l’approccio che il Responsabile deve seguire per gestire correttamente tutti gli aspetti coinvolti per garantire la Sicurezza Igienico Sanitaria del prodotto alimentare in questo specifico ambito. Il piano del Pest Control di conseguenza deve rispettare questo schema e deve essere gestito secondo un ciclo virtuoso di monitoraggio costante e definito attraverso: Identificazione dei Pericoli Potenziali Determinazione dei CCP diLeggi altro →

Normativa

Premessa: date le numerose richieste di informazioni sull’uso Professionale delle esche rodenticide confermiamo che la modifica delle Etichette dei prodotti Biocidi derattizzanti indica specificatamente limitazioni molto stringenti in termini di tempi di utilizzo, in genere 5-6 settimane. Tale limitazione non risulta da una Legge specifica ma rappresenta una modifica apportata dai produttori che hanno rivisto proprio le Etichette a seguito di un processo di rivisitazione dei prodotti chimici a livello europeo che a partire dal Regolamento 528/2012 noto anche come Regolamento Biocidi ha imposto la riclassificazione dei rodenticidi da prodotti Presdio Medico Chirurgici  a Biocidi, ed anche in virtu’ delle valutazioni derivanti dagli studi sulle MisureLeggi altro →

ispezioni

Ispezioni notturne derattizzazione Durante gli interventi di monitoraggio il Tecnico di Pest Control procede ad una serie di operazioni che vanno dalla verifica della tenuta delle strutture per impedire le intrusioni degli infestanti (esempio portoni aperti o zanzariere rotte), passando alle osservazioni sulla corretta gestione delle aree esterne (area cassonetti e rifiuti,erba incolta ecc) per poi passare all’acquisizione delle attività rilevate nelle trappole e negli erogatori di esca presenti nell’Azienda. Questi dispositivi sono indispensabili per una corretta gestione del servizio, aiutandoci infatti a stabilire grado e tipologia della presenza degli infestanti che altrimenti con la sola osservazione visiva non potremmo rilevare. Questo perché non soloLeggi altro →

giornata_mondiale:disinfestazione

E’ con grande piacere ed entusiasmo che sosteniamo la Giornata della Sensibilizzazione alla Disinfestazione insieme ad ANID e a tutti i colleghi e i fornitori che hanno a cuore la tutela della Salute Pubblica e la Salvaguardia dell’Ambiente, valori che ogni giorni cerchiamo di difendere e promuovere sul campo. Romani Disinfestazioni è al fianco dell’Associazione delle Imprese di Disinfestazione, svolgendo con la massima cura questa professione che è oggi altamente specializzata e sempre di piu’ lo sarà nel prossimo futuro. Il nostro Certificato ANID 2017.   Rosi Norman           Romani Disinfestazioni Srl LUCCA Tel 0583-955344 Cell 337-1238029 Controllo Qualità  Leggi altro →

principio attivo

Le restrizioni cui stanno andando incontro le esche rodenticide impongono una conoscenza minuziosa della tossicità per gli animali target e per quegli non target. I prodotti devono quindi combinare la massima efficacia con la minor pericolosità possibile. Partiamo dal presupposto che i veleni anticoagulanti appartengono tutti ad una medesima famiglia,quella delle idrossicumarine ed il cui meccanismo d’azione si basa sul blocco della sintesi epatica della Vitamina K che è un fattore fondamentale della coagulazione del sangue. Poiché nel fegato sono presenti scorte di questa Vitamina K ed alcuni alimenti,cosiddetti epatoprotettori, ne prolungano la disponibilità,possono esseri necessari alcuni giorni prima che il roditore che ha ingerito l’escaLeggi altro →